Guccini canta Bella Ciao modificandola contro Salvini e Meloni [VIDEO]

Guccini bella ciao salvini meloni
Condividi l'articolo

Una cover che susciterà non poche polemiche, soprattutto tra gli ambienti del centrodestra italiano. Poco importa però a Francesco Guccini che, nel giorno della Festa della Liberazione, ha reinterpretato Bella Ciao scagliandosi contro Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

Guccini, la cover di Bella Ciao contro Salvini e Meloni

Secondo il famoso cantautore bolognese, infatti, non le manda a dire e senza troppi giri di parole canta “O partigiano, portali via, come il 25 april“. In altre parole, Guccini vede in Salvini e Meloni, i nuovi invasori da scacciar via quanto prima. Soprattutto verso quest’ultima. Recita un verso, infatti, “e con i fasci della Meloni che vorrebbero ritornar

Anche in questa versione però, Guccini lancia un messaggio di speranza, in maniera analoga al brano originale. Conclude infatti con “ma noi faremo la Resistenza“.

LEGGI ANCHE: GIORGIA MELONI ATTACCA GUCCINI

Insomma, il compositore di La Locomotiva si è lasciato andare ad uno sfogo cantato in una giornata particolare come questa. Sono note le sue simpatie verso ideali diametralmente opposti a quelli dei tre politici menzionati.

LEGGI ANCHE:  Oscar 2020, l'Academy spiega l'assenza di Luke Perry nell'In Memoriam

E nel caso serva rimarcarlo, Guccini si fa trovare pronto a sbattere il pugno sul tavolo. Per poi alzarlo verso il cielo. Sebbene le recenti affermazioni velatamente pessimiste sul post Coronavirus, il cantautore bolognese regala comunque un po’ di speranza. Almeno per chi la pensa come lui.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!

Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".