Oscar 2020, Scarlett Johansson e la doppia nomination: ecco i precedenti

Scarlett Johansson è stata candidata in due categorie diverse per i prossimi Oscar 2020 entrando in una ristretta elite di attori

Scarlett Johansson, Jojo Rabibt, Doppia nomination

Sono state rese note ieri le nomination per i prossimi Oscar 2020 (puoi rivedere la lista completa QUI). A fianco alle molte candidature che, come prevedibile, sono andate a Joker, The Irishman, Parasite e C’era una volta a…Hollywood, vi è anche un’altro dato molto interessante. Infatti Scarlett Johansson ha ottenuto ben due nomination per due film diversi in due categorie diverse.

La trentacinquenne attrice neworkese concorrerà nella categoria di miglior attrice protagonista per Storia di un matrimonio e in quella di miglior attrice non protagonista per Jojo Rabbit. Questo doppio riconoscimento la inserisce in un élite del cinema mondiale, composta da solamente altri 11 casi nella storia degli Oscar.

Doppia nomination agli Oscar 2020, i precedenti

La prima fu Fay Banter nel 1938 che fu candidata come miglior attrice protagonista in Bandiere Bianche, ma non ottenne il premio che andò a Bette Davis per Jezebel, nel quale proprio la Banter ottenne l’agognata statuina per il suo ruolo da non protagonista.

Nel 1942 accadde una cosa identica per Teresa Wright. L’attrice fu candidata come protagonista per L’idolo delle folle ma perse con Greer Garson che vinse per La signora Miniver; film per il quale la Wright vinse l’Oscar come miglior attrice non protagonista.

Barry Fitzgerald nel 1944 fu il primo uomo ad ottenere questo risultato,e l’unico a farlo per la stessa interpretazione, evento che causò la modifica delle regole degli Oscar. Difatti fu candidato per entrambe le categorie in La mia via, vincendo solo in quella di miglior attore non protagonista.

Bisogna attendere 38 anni per avere un altro caso di doppia nomination. Infatti Jessica Lange nel 1982 fu candidata come miglior attrice per Frances e come miglior non protagonista in Tootsie, vincendo l’Oscar solo per quest’ultima interpretazione.

Nel 1986 è la volta di Sigourney Weaver, candidata come protagonista in Gorilla nella nebbia e come non protagonista in Una donna in carriera, non vincendo nessuna delle due statuine.

Nel 1992 Al Pacino vinse il suo unico premio Oscar come miglior attore in Scent of a Woman. In quell’edizione fu candidato anche come miglior attore non protagonista per Americani, ma non ce la fece.

Il 1993 fu storico per gli Academy Awards. Infatti due attrici, Emma Thompson e Holly Hunter, ottennero la doppia nomination. La prima fu candidata come protagonista in Quel che resta del giorno e come non protagonista in Nel nome del padre, tornando a casa a mani vuote. La seconda invece è stata la prima di questa lista a trionfare nella categoria principale, per Lezioni di piano, mentre nella categoria di miglior non protagonista fu candidata per Il Socio ma perse con la sua co-protagonista in Lezioni di piano, Anna Paquin.

Nel 2002 tocca a Julianne Moore, che fu candidata nella categoria regina per Lontana dal paradiso e come co-protagonista in The Hours, perdendo entrambe le statuine.

Due anni dopo è il momento di Jamie Foxx, premio Oscar come protagonista per Ray e candidato perdente nella categoria di non protagonista per Collateral.

Dulcis in fundo la bellissima Cate Blanchett che nel 2007 ottenne la nomination come miglior attrice protagonista per Elizabeth: The Golden Age, dopo aver ottenuto una candidatura per lo stesso ruolo nel 1998 in Elizabeth, perdendo entrambe le volte. Nel 2007 venne candidata, perdendo anche qui, come miglior attrice non protagonista per Io non sono qui.

Ce la farà Scarlett Johansson a trionfare in questi Oscar 2020?

Leggi anche: 

Scrivici e seguici sulla nostra pagina Lasciammiapensa.com.