Billie Joe Armstrong: “Nuovo album Green Day influenzato da Kendrick Lamar e Motown”

Nuove particolarità sul prossimo disco dei Green Day: notizie buone o cattive?

Green Day
Green Day, Kendrick Lamar - Credits: https://www.grammy.com/grammys/news/green-days-billie-joe-armstrong-launches-garage-sale-reverbcom, https://www.complex.com/music/2017/04/what-is-kendrick-lamar-dropping-april-7
Condividi l'articolo

Un inaspettato cambio di stile per i Green Day?

Il nuovo album dei Green Day, come si sa, è appena stato annunciato: Father of All Motherfuckers uscirà il febbraio del prossimo anno, ed è stato anticipato dal primo singolo, omonimo del titolo. Non è l’unica sorpresa: tanto per cominciare, l’annuncio dell’album coincide con la rivelazione di un progetto parecchio ambizioso. Trattasi di un tour, chiamato Hella Mega Tour, che i Green Day intraprenderanno assieme ai Weezer e ai Fall Out Boy.

Anche entrambe queste band, infatti, hanno annunciato di recente nuovi progetti discografici. Chiaro che si tratta di un’unica operazione progettata di concerto. Father of All Motherfuckers sarà un disco dalla durata eccezionalmente breve: 28 minuti distribuiti su dieci canzoni. Si tratterà forse di pezzi punk molto veloci, nella più fiera tradizione del genere, come li facevano i Ramones? Forse.

Green Day – Father of All Motherfuckers, 2019

Leggi anche:
10 album alla scoperta del punk rock

Ma forse no. Perché Billie Joe Armstrong ha dichiarato, con sicuro sconcerto dei fan storici della band, che per il nuovo album i Green Day si sono ispirati nientemeno che a Kendrick Lamar e al suo approccio musicale. L’influenza del già leggendario rapper si dovrebbe sentire, secondo il cantante Billie Joe, soprattutto nella sezione ritmica, accompagnata da uno stile old school Motown che dovrebbe garantire un certo effetto “dance”.

LEGGI ANCHE:  Kendrick Lamar rompe il silenzio sul nuovo disco

Davvero uno dei nomi più importanti del (pop) punk degli ultimi vent’anni è disposto a fare un salto stilistico del genere? Cosa dobbiamo aspettarci? Solo piccole variazioni nel ritmo, o canzoni completamente diverse rispetto allo stile abituale della storica band? E soprattutto: come la prenderanno i fan? Ci aspettiamo di tutto.

Fonte: Spin

https://open.spotify.com/track/4r59yc67nric1MZQ2igkhx
Green Day – Father of All Motherfuckers, 2019

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.