John Constantine, 8 curiosità sul personaggio interpretato da Keanu Reeves

constantine
Constantine

Esorcismi, evocazioni di demoni e morti che tornano in vita sono la quotidianità per l’investigatore del sovrannaturale John Constantine.

Keanu Reeves lo ha portato al cinema nel 2005, con il film diretto da Francis Lawrence, accompagnato da Rachel Weisz e Shea LaBeouf. Ma già da parecchi anni la figura di Constantine si era fatta conoscere nel mondo del fumetto. Eccovi 8 curiosità, dalle più interessanti alle più divertenti legate al detective dell’occulto:

La nascita del personaggio:

Il personaggio di John Constantine venne ideato da Alan Moore (il creatore di Watchmen, V per Vendetta, Batman Killing Joke), che lo inserì per la prima volta nel 1985 all’interno della sua serie a fumetti Swamp Thing. A differenza del film John vive a Londra, ma è nato a Liverpool. Bevitore e fumatore accanito. Non ha la patente, si lascia sempre scarrozzare in giro dal suo amico tassista Chaz. Viene praticamente sempre raffigurato vestito con un trench giallo/marrone o color cachi, camicia bianca e cravatta nera o rossa.

Constantine e Sting

Il personaggio a fumetti venne creato con le fattezze del cantante Sting. Gli autori avevano questa fissazione e Alan Moore non si oppose, ma la DC temeva che Sting potesse fare loro causa e decisero di togliere i riferimenti più palesi che accomunavano il personaggio a fumetti e il cantante. Ma come disse Alan Moore durante un intervista:

“Iniziarono subito a cancellare tutti i riferimenti della somiglianza tra John Constantine e Sting dall’introduzione dei primi numeri di Swamp Thing, ma vi posso assicurare che il personaggio prese vita esclusivamente perchè Steve e John (i due autori) volevano creare un personaggio identico a Sting.”

Problemi di nomi

La serie a fumetti incentrata sul personaggio di Constatine si intitola Hellblazer, pubblicata per la prima volta nel 1988. Se cercate un significato al nome che venne scelto non lo troverete, semplicemente gli autori volevano chiamare la serie Hellraiser, ma il nome era già stato preso per il film horror diretto da Clive Barker. E quindi venne scelto un nome simile. Ma anche al cinema dovettero cambiare titolo. infatti era appena uscito nelle sale Hellboy, e la somiglianza tra i due titoli fece decidere gli autori di optare per Constantine

Leggi anche: 10 film dove il diavolo è di casa

Omaggi importanti

Lo scrittore Neil Gaiman (American Gods, Good Omens) è da sempre un fan di Alan Moore e di tutte le sue opere. Per omaggiare il personaggio di Constantine ha inserito una sua antenata nelle sue storie, sulle pagine di Sandman: Johanna Constantine, nata a metà del 1700, che nonostante sia molto più educata del suo discendente dimostra comunque la sua testardaggine ed il suo atteggiamento di sfida.

 

John e la fortuna

Una volta John vinse una scommessa per aver predetto il giorno e l’ora esatta in cui il presidente Lyndon B avrebbe avuto un attacco di cuore fatale. Con la vincita mostruosa finanziò diversi concerti rock ad ingresso gratuito a New York nei primi anni 70.