Venezia 76 – Al direttore della fotografia Luca Bigazzi il premio Campari Passion for Film

Luca Bigazzi

Un importante riconoscimento si aggiunge al palmares di Luca Bigazzi.

Il direttore della fotografia riceverà questo premio durante la Mostra del Cinema di Venezia, domenica 1 settembre alle ore 16:30 in Sala Grande. Luca Bigazzi verrà premiato prima dell’anteprima fuori concorso del suo ultimo lavoro, The New Pope, che conferma il fortunato sodalizio ormai più che decennale con Paolo Sorrentino. È sua infatti la fotografia di grandissimi film come La grande bellezza o This Must Be The Place, nonché appunto della serie prodotta da Sky e HBO The Young Pope, che si appresta ad avere un sequel.

Luca Bigazzi

La collaborazione con Paolo Sorrentino non è però l’unica che ha permesso a Bigazzi di emergere con tutto il suo talento. I nomi di Mario Martone, Michele Placido e Paolo Virzì tra i registi a cui Luca Bigazzi ha prestato la sua arte. Ciò gli ha permesso di confermarsi di volta in volta come uno dei principali artisti nostrani nel suo settore. Lo dimostrano i numerosi premi vinti, su tutti, ai David di Donatello, nei quali ha trionfato.

Afferma infatti di lui Alberto Barbera, direttore della Mostra alla Biennale di Venezia:

“Il cinema italiano, dalla seconda metà degli anni Ottanta a oggi, è legato in larga misura allo straordinario lavoro di Luca Bigazzi. […] L’estrema versatilità, che gli consente di lavorare con registi molto diversi l’uno dall’altro – e apparentemente opposti al suo modo di intendere l’approccio al cinema (come nel caso del sorprendente sodalizio con Sorrentino) -, si coniuga perfettamente con le doti di velocità, precisione, sprezzo delle regole consolidate, predisposizione ad adattarsi a ogni tipo di budget, che lo hanno imposto su tutti come il miglior direttore della fotografia italiano degli ultimi trent’anni “

Leggi anche: I migliori film italiani post 2000

Un premio prestigioso ma molto giovane, quello che omaggerà Luca Bigazzi. Il Premio Campari Passion for film è stato istuito solo l’anno scorso. Mira a premiare quelle figure che fanno parte dell’enorme macchina dell’industria cinematografica, ma che spesso non sono debitamente ricompensate. Quest’anno è toccato ad un grande direttore della fotografia, prezioso co-autore di una fetta importante del nostro cinema recente.

Continuate a seguirci su Lasciammiapensa.com per altre notizie, curiosità e approfondimenti