George Martin svela 5 anticipazioni sul prequel di Game of Thrones

Pronti per scoprire qualche nuova informazione sulla misteriosa serie prequel di Game of Thrones?

Il sito americano EW ha recentemente parlato con l’autore e produttore esecutivo George R.R. Martin del pilota realizzato dallo showrunner Jane Goldman, che sta girando in Irlanda del Nord. HBO e Martin hanno precedentemente rivelato che lo spettacolo si svolge circa 5.000 anni prima degli eventi di Game of Thrones, quando Westeros era un luogo molto diverso. Martin ha dato alcune anticipazioni intriganti sul questo periodo e ha anche preannunciato un possibile nuovo titolo:

1. Westeros è diviso in circa 100 regni nel prequel. “Parliamo dei Sette Regni di Westeros; c’erano Sette Regni al tempo della conquista di Egon”, dice Martin. “Ma se torni indietro c’erano nove regni e prima ancora 12 regni, e all’inizio si ritorna ai cento regni – piccoli regni – e questa è l’epoca di cui stiamo parlando qui”. I Sette Regni hanno mantenuto un certo grado di ordine (almeno fino allo scoppio della guerra). Così sembra che Westeros potrebbe essere ancora più pericoloso e caotico e senza legge di quanto non lo sia in Game of Thrones – sarà il selvaggio West Westeros.

Leggi anche: George Martin difende Game of Thrones: ”Internet è tossico e folle”

2. Ci sono sia gli Stark che i lupi. Il branco sopravvive. Questo dovrebbe essere ovvio dato il periodo di tempo (gli Stark discendevano dai primi uomini), ma nel caso ci fosse qualche dubbio Martin conferma che la famiglia preferita dai fan è presente. “Gli Stark saranno sicuramente lì”, ha detto. Su altre creature dice: “Ovviamente i White Walkers ci sono – o come vengono chiamati nei miei libri, The Others – e questo sarà un aspetto della cosa”, dice Martin. “Ci sono cose come i lupi terribili e i mammut.”

Leggi anche: Age of Samurai, il Game of Thrones giapponese in arrivo su Netflix

3. Non ci saranno Lannister – almeno non all’inizio… Il prequel precede l’ascesa della famiglia Lannister, dice Martin. Ma c’è un’altra famiglia che attualmente risiede nel futuro podere Lannister. “I Lannister non ci sono ancora, ma Castlery Rock è certamente lì; è come la Rock of Gibraltar”, dice. “In realtà è occupata dai Casterlys – da cui prende il nome nel tempo di Game of Thrones”. I Casterlys sarebbero stati truffati dalla loro casa da Lann the Clever – che ha fondato la Casa Lannister – anche se non è chiaro se questa storia sarà raccontata nel prequel.

Leggi anche: Game of Thrones: al via le riprese del prequel

4. Il cast della serie HBO sembra suggerire che lo spettacolo potrebbe essere condotto da un trio di protagoniste femminili (Naomi Watts, Naomi Ackie e Denise Gough). Alla domanda su questo, Martin ha detto che il prequel – come Game of Thrones – è descritto più accuratamente come una storia d’insieme. “Non abbiamo direttori d’orchestra quanto un grande cast d’insieme”.

Leggi anche: Game of Thrones, Sophie Turner svela di chi era la tazza di caffé [Video]

5. Lo spettacolo potrebbe avere un titolo leggermente diverso da quello che ti aspetti. Il prequel è ancora ufficialmente senza titolo, sottolinea Martin. In passato, l’autore ha suggerito il titolo The Long Night. Un fattore dietro le quinte che ha complicato questa scelta è che il terzo episodio di Game of Thrones stagione 8 si intitola anche “The Long Night”. Mentre The Long Night rimane il titolo preferito di Martin, c’è un’altra possibilità simile in considerazione. “Ho sentito un suggerimento che potrebbe essere chiamato The Longest Night, che è una variante che non mi dispiacerebbe”, dice. “Sarebbe piuttosto buono”.

Scriveteci cosa ne pensate e continuate a seguirci su Lasciammiapensa.com per nuovi approfondimenti