Breaking Bad, la trama del film già svelata da Vince Gilligan?

Vince Gilligan potrebbe aver rivelato il destino di Jesse Pinkman nel film Breaking Bad in una vecchia intervista. Scopri di più.

Aaron Paul nella serie TV Breaking Bad

Vince Gilligan potrebbe aver rivelato il destino di Jesse Pinkman nel film Breaking Bad in una vecchia intervista.

Per ora, il progetto è avvolto da mistero, sono poche le cose che si sanno. All’inizio di questa settimana, è stato rivelato che l’attesissimo film sarà presentato in anteprima su Netflix (clicca qui per leggere la notizia di Breaking Bad su Netflix) prima di essere mostrato su AMC e forse nella catena dei cinema omonima.

Attenzione, potrebbero esserci spoiler!

Leggi anche: Breaking Bad: la birra di Hank potrebbe diventare realtà

Breaking Bad

Leggi anche: Breaking Bad, Heisenberg esiste e vive ad Arco

In un’intervista rilasciata nel 2013, a Vince Gilligan è stato chiesto cosa è successo a Jesse Pinkman (interpretato da Aaron Paul) dopo la fine della serie. L’ultimo episodio di Breaking Bad ha visto Walter White sparare a raffica con un mitragliatore montato sulla sua auto, rimanendo presumibilmente ucciso nella sparatoria; Jesse Pinkman, salvato appunto da Walt, è invece riuscito a sfuggire alla banda di criminali. Dato che il film è attualmente in produzione, questa vecchia citazione sembra essere piuttosto interessante.

Gilligan ha detto questo nel 2013.

“La mia sensazione personale è che se ne sia andato. Ma la cosa più probabile, decisamente brutta, è che troveranno le impronte digitali di Jesse dappertutto nel laboratorio e lo troveranno entro un giorno o settimana o un mese. Gli daranno la caccia ancora per l’assassinio di due agenti federali, ma sì, anche se questo è ciò che probabilmente accadrà, voglio pensare che se ne è andato e si è trasferito in Alaska. Ha cambiato il suo nome, e ha avuto una nuova vita, è una cosa che vuoi per Jesse, se lo merita.”

Dalle sue parole si intuiscono due destini per Jesse, ma entrambi fattibili nello stesso film. Prima potrebbe andare in Alaska e poi potrebbe essere preso e chissà cosa potrebbe ancora succedergli. Conoscendo le opere di Gilligan,è probabile che la narrazione cecherà di essere quanto più realista possibile. Quando quindi afferma che la cosa più probabile sia quella brutta, probabilmente è quello che accadrà. Staremo a vedere se quello che succederà sarà questo o il suo genio avrà cambiato le carte in tavola.

Leggi anche: Breaking Bad, le dichiarazioni di Aaron Paul: coincidenza o indizio?

Scriveteci e seguiteci sulla nostra pagina Facebook Lasciammiapensa.com.