Once Upon a Time: nel cast Maya Hawke, la figlia di Uma Thurman

Maya Hawke entra nel cast di Once Upon a Time, il prossimo film del regista Quentin Tarantino, ambientato nella Hollywood del 1969

Maya Hawke

Meno di un mese fa, Quentin Tarantino aveva arricchito il cast del suo prossimo film Once Upon a Time in Hollywood con Mike Moh, per interpretare la leggenda delle arti marziali Bruce Lee.

Ora il regista americano ha allungato la numerosa lista degli attori inserendo: Lena Dunham, Austin Butler, Lorenza Izzo e in particolare, Maya Hawke. Soprattutto il nome di quest’ultima fa scalpore. Infatti, Maya Hawke altri non è che la figlia di Ethan Hawke e Uma Thurman, attrice molto cara a Tarantino, sua musa ispiratrice e protagonista di Pulp Fiction e Kill Bill vol. 1 e 2.

Il prossimo film di Tarantino uscirà il 26 luglio 2019 e si immerge nella Hollywood del 1969, nel pieno dalla rivoluzione hippie. Negli stessi anni in cui per le strade americane imperversava il pluriomicida Charles Manson. Una storia che si fonde tra realtà ed immaginazione, i cui protagonisti sono Rick Dalton (Leonardo DiCaprio) ex star di una serie tv western, e la sua controfigura Cliff Booth (Brad Pitt) che cercano di affermarsi in un mondo che ormai non conoscono più. Ma Rick ha un contatto molto forte… la vicina di casa Sharon Tate (Margot Robbie).

La stella nascente Maya Hawke, 20 anni, da ex modella di Calvin Klein ora sta pian piano muovendosi nel mondo della recitazione. Difatti, prenderà parte alla terza stagione di Stranger Things e, ora, all’intero di One Upon a Time in Hollywood vestirà i panni di un personaggio immaginario tra le fila dei Figli Dei Fiori. Nel film sarà affiancata da attori di un certo peso come: Tim Roth, Dakota Fanning, Al Pacino e Damian Lewis.

La presenza nel cast di Maya Hawke crea un certo scalpore pensando a quanto successo all’inizio di quest’anno tra Uma Thurman e Quentin Tarantino. Infatti, l’attrice, ed ex-compagna del regista di Knoxville, in un’intervista, aveva ricordato come sul set di Kill Bill avesse rischiato la vita. Tarantino, infatti, la convinse a girare una scena, senza controfigura, in cui Thurman doveva guidare una macchina a 64 km/h. Nonostante il regista sostenne che non ci sarebbero stati problemi, la macchina si schiantò e l’attrice ne uscì con svariate lesioni su tutto il corpo.

Da allora tra i due non c’è stato più un incontro, o un modo per chiare quello che Tarantino ha dichiarato essere:

“…il più grande rimpianto della mia carriera, è uno dei più grandi rimpianti della mia vita per una miriade di ragioni. Mi ha spezzato il cuore.”

Chissà che la presenza della figlia di Uma Thurman, Maya Hawke non posso essere un modo per riallacciare il rapporto con la sua amata attrice. In fondo come ha detto Thurman:

“sono una donna con il pregio di saper perdonare, tutti possiamo sbagliare.”

A buon intenditore poche parole!

Per ogni aggiornamento continuate a seguirci su lascimmiapensa.com!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here