I 10 migliori film in bilico tra Sogno e Realtà

Condividi l'articolo

7. Lo Specchio di Andrej Tarkovskij (1975)

Lo specchio (Zerkalo – Зеркало) è un film del 1975 firmato Andrej Tarkovskij.

In una sovrapposizione di ricordi del protagonista Aleksey, costretto a letto poichè colpito da un miserioso male, Lo Specchio è un vortice di metafore, simboli, sogni. È il film più autobiografico di Tarkovskij (addirittura la madre del regista, Maria Tarkovskaja, compare alla fine del film; vengono lette dal regista stesso anche le poesie del padre Arsenij). “Zerkalo” non si avvale di una trama lineare ma d’immagini allo specchio, di suoni, di ricordi: l’immortalità delle immagini è l’immortalità stessa, mentre la morte è solo apparenza.

“Vivete nella casa- e la casa non crollerà. Chiamerò un secolo qualunque, entrerò in esso e costruirò una casa. Ecco perché con me i vostri bambini e le vostre mogli saranno alla stessa tavola. Il tavolo è lo stesso per avo e nipote. Si compie ora il futuro, e se alzo una mano, i suoi cinque raggi rimarranno a voi”.

LEGGI ANCHE:  Killers Of The Flowers Moon, DiCaprio e De Niro saranno nel film [Video]