I 10 migliori film in bilico tra Sogno e Realtà

Condividi l'articolo

10. Inception di Christopher Nolan (2010)

Nolan ritorna ad affrontare, come aveva già fatto con Memento, il tema della memoria. Un microcosmo di sogni condivisi ed autoimposti, di segreti sepolti nel subconscio.

Cobb (Leonardo DiCaprio) grazie ad un apparecchiatura, s’introduce nei sogni indotti delle persone. Questo apparecchio a timer permette a lui e al suo team di condividere lo stesso sogno ed attuare così la loro operazione che consiste nell’estrazione di informazioni dalla mente di Mr. Saito, un potente uomo d’affari giapponese. L’operazione fallisce e si rivelerà essere un’idea della stessa vittima. Cobb in passato fu accusato dell’omicidio della moglie e perciò allontanato dai suoi due figli: il potente magnate nipponico permetterà lui di ricongiungersi ai figli, in cambio il team di Cobb dovrà eseguire un processo chiamato “innesto” sul figlio del suo concorrente in affari.

Si avvale di uno dei finali più enigmatici e chiacchierati del secolo. E’ il sogno stesso ad essere l’artefice di realtà parallele ed alterate: nel film di Nolan si sogna nei sogni.

LEGGI ANCHE:  Doctor Sleep e Shining, fotogrammi delle scene a confronto