Tarantino contro la Marvel: “Non dirigerò mai un loro film”

Parlando con il Los Angeles Times, Quentin Tarantino ha criticato il lavoro dei registi dei film Marvel, trattati come operai

quentin tarantino
Condividi l'articolo

Quentin Tarantino, lo sappiamo, non è un grande esimatore del mondo Marvel. E recentemente, durante il giro della stampa per il suo nuovo libro, Cinema Speculation, ha parlato al Los Angeles Times della situazione riguardante i registi del mondo MCU che il cineasta ha definito “operai

Devi essere un operaio per fare quelle cose – ha detto Tarantino dei film Marvel. Io non sono un operaio. Non cerco lavoro

Nel suo libro Cinema Speculation, l’autore di Pulp Fiction scrive che i registi di oggi “non vedono l’ora che arrivi il giorno” i film sui supereroi cadono in disgrazia nello stesso modo in cui i registi degli anni ’60 si rallegravano quando la popolarità dei musical diminuì. 

L’analogia funziona perché è una situazione simile – ha spiegato al LA Times

Il regista prosegue poi spiegando che non lavorerebbe mai per la Marvel anche perchè i film che producono non sono nelle sue corde.

LEGGI ANCHE:  Quentin Tarantino:"Mi piace più Rapunzel che Frozen"

Certo, mi è piaciuto Star Wars. Cosa ha che non va? – ha detto Tarantino. Il film mi ha completamente trasportato io mi sono lasciato trascinare dai personaggi. Quando si sono accese le luci, mi sono guardato intorno e ho pensato per un attimo: “Wow! Che bei momenti per il cinema!”

Tuttavia, questo non è necessariamente il mio tipo di film preferito – ha continuato Tarantino. Sono più un tipo da ‘Incontri ravvicinati [del terzo tipo]’, in cui Spielberg si è proposto di fare un’epopea per le persone normali, non solo per i cinefili. Pochi film hanno avuto il tipo di climax che ha avuto ‘Incontri ravvicinati’. Ha sbalordito il pubblico

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa

Avatar di Matteo Furina
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.