Better Call Saul, Gilligan svela i piani iniziali per Chuck e Howard

Parlando col New Yorker, Vince Gilligan ha rivelato i piani iniziali che aveva in mente per Chuck e Howard in Better Call Saul

better call saul
Condividi l'articolo

Da pochi giorni si è conclusa l’avventura di Better Call Saul, amatissimo spin-off di Breaking Bad con protagonista Bob Odenkirk. Per l’occasione lo showrunner e creatore della serie, Vince Gilligan, ha parlato col New Yorker per raccontare alcuni segreti di uno degli show più amati degli ultimi anni. Il particolare ha svelato che nei piani iniziali, i personaggi di Chuck e Howard erano molto diversi da quelli che poi sono effettivamente stati su schermo.

Quando ripenso ai primi due episodi di Better Call Saul, mi rendo conto che non sapevamo molto di Jimmy McGill. E sapevamo ancora meno di suo fratello Charles McGill e del suo capo Howard Hamlin. Peter [Gould, co-showrunner ndr], io e gli sceneggiatori eravamo convinti che Howard Hamlin sarebbe stato il cattivo. Ed eravamo convinti che Chuck sarebbe stato un personaggio un po’ alla Mycroft Holmes [il fratello maggiore di Sherlock Holmes] che era emotivamente danneggiato ma molto solidale. Questo era il piano originale.

Poi ha cominciato a trasformarsi, perché abbiamo avuto il vantaggio di avere tutto quel tempo nella stanza degli sceneggiatori e, cosa ancora più importante, il vantaggio di vedere questi attori interpretare questi ruoli. Quindi ci siamo detti, non sarebbe più interessante se Howard, che sembra il cattivo perché è così raffinato e bello e sembra essere il re del mondo, non fosse così cattivo come sembra? E se Chuck non fosse così favorevole a Jimmy come inizialmente pensiamo che sia? Come potrebbe davvero sentirsi nei confronti di suo fratello minore, un avvocato di una scuola per corrispondenza? Non è né il buono né il cattivo, ma certamente non è al fianco di suo fratello. Quando ce ne siamo resi conto, lo show è diventato molto più interessante.

C’era una una sfumatura nel modo in cui Michael McKean interpretava Chuck McGill che abbiamo trovato estremamente interessante e divertente da guardare. Ci ha portato a capire che forse c’è di più in questo personaggio oltre a un brillante avvocato che pensa di essere allergico all’elettricità.

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Emmy 2022 | Perché la sconfitta di Better Call Saul è una vergogna
Avatar di Matteo Furina
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.