The Gray Man nelle parole di Ryan Gosling, Chris Evans, Ana de Armas e dei Fratelli Russo

The Gray Man dei fratelli Russo arriva su Netflix questo 22 Luglio. Ecco come Ryan Gosling, Chris Evans, Ana de Armas e tutti i protagonisti del cast, insieme ai registi, raccontano il film in una esclusiva conferenza stampa internazionale.

The Gray Man
Stanislav Honzik/Netflix © 2022
Condividi l'articolo

Dopo il passaggio al cinema, The Gray Man arriva il 22 Luglio sulla piattaforma Netflix. Il cast stellare, le emozioni di un action movie adrenalinico e il tocco magico dei Fratelli Russo alla regia fanno di The Gray Man uno dei titoli più attesi della stagione. Ma ecco come il cast e gli autori ci hanno raccontato quest’avventura nel corso della conferenza stampa internazionale.

Collegati in streaming ci sono Ryan Gosling, protagonista del film nei panni di Court Gentry e il suo alter-ego Sierra Six, ma anche Chris EvansAna de Armas, Rege-Jean Page, Jessica Henwick, Dhanush, Billy Bob Thornton, Julia Butters e Alfre Woodard.

Oltre naturalmente a Anthony e Joe Russo, che dopo il successo epocale degli ultimi due capitoli della saga Avengers lasciano l’MCU per dedicarsi all’adattamento cinematografico del bestseller The Gray Man, firmato da Mark Greaney.

Al centro della storia c’è il mercenario interpretato da Ryan Gosling, ovvero il più abile killer mai ingaggiato dalla CIA. Venuto casualmente a conoscenza di segreti scottanti, il nostro anti-eroe diventerà il target di una folta schiera di ex colleghi. In pratica, gli assassini più spietati e pericolosi al mondo.

The Gray Man. Ryan Gosling, Chris Evans e la preparazione al film.

Camicia hawaiana, abbronzatura e capelli biondissimi, in perfetto stile Miami. In una pausa dal set di Barbie, un Ryan Gosling in forma smagliante ci racconta la sua avventura sul set con i Fratelli Russo e il training psicologico e fisico necessario per affrontare il suo personaggio.

“Se potessi tornare al periodo prima del film, direi a me stesso di correre di più! In questo film devo correre un bel po’ e non mi aspettavo uno sforzo fisico così pressante. Il team degli stunt è stato fondamentale.” Precisa l’attore “Ci hanno insegnato tutta una serie di stili che appartengono a diverse arti marziali. Ogni personaggio era associato a un diverso stile.”

“E poi l’aiuto del nostro advisor Chili Palmer è stato determinante. Si tratta di un ex membro Delta Force. Mi ha spiegato non solo i movimenti fisici, ma anche differenti tattiche e soprattutto certe sfumature che secondo me hanno fatto la differenza. Sono questi dettagli che non erano nello script a rendere questo film molto speciale.”

The Gray Man
Ryan Gosling è il protagonista di The Gray Man dei Fratelli Russo, dal 13 Luglio al cinema e dal 22 Luglio disponibile per tutti gli utenti Netflix (Ph: Paul Abell/Netflix © 2022)

Anche Chris Evans sembra decisamente entusiasta del film e del suo personaggio.

LEGGI ANCHE:  Ryan Gosling potrebbe entrare nel MCU

“Ho adorato interpretare Lloyd. Fare il villain, il cattivo è sempre divertente, sei libero di correre molti più rischi e io amo rischiare. Avere già un rapporto così forte con i Fratelli Russo è stato fondamentale. Abbiamo deciso insieme di rendere il personaggio più ironico. Sono quel tipo di registi che ascoltano sempre gli attori. Non credo che senza di loro avrei vissuto la stessa esperienza.”

Ana de Armas: “Servono più donne così negli action.”

Ana de Armas: “Ero molto eccitata che i Fratelli Russo avessero scelto me. Ci siamo sentiti su Zoom e ho subito detto sì. Volevo lavorare ancora con Ryan e con Chris. E poi amo questo personaggio, questa donna, la sua mentalità e quanto è forte, senza paura. Lavorare con Chili Palmer mi ha fatto capire cosa significa mettere a rischio la propria vita, scegliere di fare la cosa giusta.”

Le fanno eco le altre attrici del cast, Jessica Henwick, Julia Butters e Alfre Woodard, sottolineando come nel film sono le donne le più forti sulla scena, quelle che fanno il grosso del “lavoro”.

Alfre Woodard: “Sono le donne che portano avanti il mondo. Tutti nella nostra vita conosciamo questo tipo di donne, che si tratti di madri sorelle o figlie. Stiamo solo replicando quello che accade nella vita reale. Le donne sono il vero genere forte. Non succede ancora abbastanza, ma è importante che il cinema ci rappresenti per ciò che siamo.”

Julia Butters: “Nel genere action le donne sono sempre rappresentate come personaggi sexy con i tacchi a spillo. Invece è importante rappresentare le donne per quello che sono, il lavoro che fanno, non importa se sono sexy, se hanno i capelli lunghi i tacchi alti e le unghie smaltate, serve rappresentarle con rispetto, nella loro potenza.”

Ana de Armas: “Mi sento chiamata in causa. Sono stata quel tipo di personaggio. Nel bond movie 007 – No Time to die ero quel tipo di donna sexy con i tacchi alti. Questo personaggio invece è nuovo, fresco. Il film racconta il suo potere in modo del tutto diverso. Negli action dovrebbero esserci più donne così. Badass women, donne toste!”

Anthony e Joe Russo: “Quella di Praga è una delle scene più complesse che abbiamo mai girato”

E infine è la volta dei registi, i Fratelli Russo, che ci introducono al particolare stile di regia che hanno scelto per questo action movie.

LEGGI ANCHE:  Netflix: richiedere film e telefilm

“Non abbiamo voluto usare i green screen o blue screen ma girare tutte le sequenze fondamentali in location. In particolare quando eravamo a Praga abbiamo girato una sequenza veramente complessa. Questo perché coinvolge una grossa parte della città e un tram, che il personaggio di Ana de Armas sta inseguendo in auto.”

“Il tram era troppo lento per le nostre esigenze. Così abbiamo creato un bus che avesse lo stesso aspetto del tram di Praga e che potesse correre su rotaie. Abbiamo poi dovuto rigirare la scena con gli attori e la scena con gli stunt, che hanno interpretato i passaggi più pericolosi. Si tratta di una sequenza veramente complessa a livello tecnico.”

“Quando siamo tornati nella nostra città, Cleveland, erano tutti felici. Poi abbiamo paralizzato la città per due settimane e non erano più così contenti!”

E in attesa che The Gray Man faccia il suo debutto ufficiale su Netflix questo 22 Luglio, chiudiamo con la battuta della giovanissima Julia Butters: “Lavorare con questo cast e questi registi è stato incredibile. Impari anche solo semplicemente con gli occhi, guardandoli lavorare.”

The Gray Man: Trailer ufficiale italiano