Horizon Forbidden West: l’incredibile dettaglio di Aloy che non avete notato [FOTO]

Aloy
Condividi l'articolo

Un particolare del volto di Aloy svela un collegamento con Horizon Zero Dawn

Che Horizon Forbidden West, l’ultima avventura targata Guerrilla Games con protagonista la beneamata Aloy, sia un gioco assolutamente di qualità è ormai stabilito. Pur arrivando sempre secondo per popolarità e tra i giochi recenti rispetto all’osannato Elden Ring, il nuovo capitolo di Horizon si è già guadagnato il suo posto nella storia del videogiochi.

Molti elementi, dalle complesse tematiche trattate all’espressione recentemente aggiunta di sostegno nei confronti dell’Ucraina, rendono il gioco moderno, attento e superlativo. Ma c’è un dettaglio in più che migliora questa impressione creando un collegamento particolarmente pregevole con il capitolo 1, Zero Dawn; aprite il link qui sotto.

Ecco di cosa si tratta. Come ricorderete, all’inizio del gioco Aloy viene quasi uccisa quando Helis, il capo del culto l’Eclissi, sta per tagliarle la gola dopo aver organizzato un attentato contro gli audaci Nora. Interviene Rost, il padre adottivo, sacrificandosi per salvare la ragazza. Lei sopravvive, e come ricordo della sventurata vicenda riporta una ferita all’altezza della gola che rimane come cicatrice.

LEGGI ANCHE:  Horizon Forbidden West: spiegazione del finale [VIDEO]

Ebbene, questa cicatrice è ancora presente in Horizon Forbidden West. Il gioco inizia sei mesi dopo gli eventi di Zero Dawn e perciò non può essere passato tempo sufficiente perché la cicatrice sia meno visibile. Provate a guardare da vicino il collo di Aloy durante il gameplay e vi accorgerete che il segno del taglio è ancora netto e che perciò la ragazza si trascina ovunque anche questo doloroso ricordo.

Fonte: GamesRadar+

Continuate a seguirci su LaScimmiaGioca