Shia LaBeouf in Puglia diventa Padre Pio, il selfie col saio è virale [FOTO]

Shia LaBeouf è in Puglia per le riprese del film su Padre Pio di Abel Ferrara e per l'occasione ha scattato un selfie con dei ragazzi

shia labeouf, padre pio
Condividi l'articolo

Come noto Shia LaBeouf interpreterà Padre Pio nel prossimo film di Abel Ferrara. L’attore si trova in questo momento in Pugia per le riprese di questo nuovo progetto. Nelle ultime ore è diventato virale un selfie fatto dalla star di Transformers con alcuni fan in un celebre bar della cittadina di Giovinazzo. L’attore è stato paparazzato mentre si godeva un caffè con tanto di saio di scena e dunque alcuni ragazzi non hanno perso l’occasione per farsi con lui una foto ricordo.

Lo scorso agosto LaBeouf aveva inoltre mostrato la sua preparazione per un ruolo così iconico e importante per il quale si stava facendo aiutare da degli autentici frati cappuccini (qui per vedere il video postato da uno di loro).

Abel Ferrara aveva annunciato il film in estate a Variety.

Stiamo facendo un film su Padre Pio, un monaco pugliese – aveva spiegato il regista. È ambientato in Italia subito dopo la prima guerra mondiale. Adesso è un santo, aveva le stimmate. Era anche nel bel mezzo di un periodo politico molto pesante nella storia del mondo. Era molto giovane prima di diventare un santo, quindi Shia LaBeouf interpreterà il monaco.

Per ora non abbiamo ulteriori dettagli sulla trama nè sul cast ad eccezione del fatto che il caro amico di Ferrar, Willem Dafoe, parteciperà al film.

LEGGI ANCHE:  Shia LaBeouf interpreterà Padre Pio nel nuovo film di Abel Ferrara

Questo sarà il primo lavoro per Shia LaBeouf dopo un periodo di riabilitazione al quale si è sottopsoto volontariamente a seguito delle accuse delll’ex compagna FKA Twigs. La musicista aveva accusato l’attore di abusi fisici durante la loro relazione.

Mi piacerebbe essere in grado di aumentare la consapevolezza sulle tattiche che gli aggressori usano per controllarti e sottometterti – aveva dichiarato la cantante all’epoca sul New York Times. Quello con Shia è stato il periodo peggiore della mia vita. Non penso che la gente possa immaginare quello che mi è successo . Ma è questo il punto. Può succedere a chiunque.

Cosa ne penaste? Ce lo vedete in questo ruolo?

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.