Alec Baldwin: “Non mi sento responsabile della morte di Halyna” [VIDEO]

Parlando con ABC News, Alec Baldwin ha affermato di non sentirsi responsabile della morte di Halyna Hutcins

alec baldwin
Condividi l'articolo

Alec Baldwin ha rilasciato una lunga intervista a ABC News per parlare della tragedia avvenuta lo scorso 21 ottobre sul set del film Rust dove ha sparato accidentalmente dei proiettili veri da una pistola di scena uccidendo la direttrice della fotografia Halyna Hutchins. Per l’occasione l’intervistatore George Stephanopoulos ha chiesto all’attore se si sentisse colpevole di quanto accaduto.

No. No. Sento che qualcuno è responsabile di quello che è successo, e non posso dire chi sia, ma so che non sono io – ha detto Baldwin. Voglio dire, onesto con Dio, avrei potuto uccidermi se avessi pensato di essere responsabile. E non lo dico a cuor leggero

Durante la stessa intervista Baldwin ha anche affermato di non aver mai premuto il grilletto durante quel giorno sfortunato.

LEGGI ANCHE:  Caso Baldwin, la sceneggiatrice: "Ha giocato alla Roulette Russa"

Non ho premuto il grilletto – dice l’attore. Non punterei mai una pistola contro nessuno premendo il grilletto. Mai. Qualcuno ha messo un proiettile vero in una pistola, un proiettile che non doveva nemmeno trovarsi nella proprietà.

Andando avanti ha ricordato ovviamente la sua amica scomparsa.

Ripenso e penso a cosa avrei potuto fare? Era una persona amata e apprezzata da tutti coloro che hanno lavorato con lei, e ammirata… voglio dire, anche ora faccio fatica a credere che se ne sia andata. Non mi sembra vero.

Questa è la prima volta che Alec Baldwin parla in maniera ufficiale di quanto accaduto sul set dopo essersi fermato in una strada del Vermont qualche tempo fa davanti a un folto gruppo di giornalisti.

Sul set a volte avvengono incidenti, ma niente del genere. Quello che è successo è un evento che accade una volta su un trilione. Una volta su un trilione – aveva detto in quel caso. Eravamo una troupe molto affiatata e poi è successa questa orribile tragedia. Una donna è morta. Era mia amica, era mia amica. Quando sono arrivato a Santa Fe per le riprese, abbiamo cenato insieme. Da allora sono in costante contatto con suo marito.

È sotto shock, ha un figlio di 9 anni. Siamo in costante contatto con lui perché siamo molto preoccupati per la sua famiglia e suo figlio. Come ho detto, stiamo aspettando con impazienza che il dipartimento dello sceriffo ci dica a cosa ha portato la loro indagine

Cosa ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Alec Baldwin, la pistola sarebbe stata usata con proiettili veri per gioco

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.