15 fatti sconcertanti (ed esilaranti) su Ozzy Osbourne che non conosci

Ozzy Osbourne
Ozzy Osbourne. Credits: Jimmy Kimmel Live / YouTube
Condividi l'articolo

Il cantante più pazzo del mondo e 15 cose assurde (belle e brutte) da sapere su di lui

Ozzy Osbourne: su di lui tutto s’è detto, e anche di più. Una leggenda della musica da ormai cinque decadi, il cantante e simbolo del genere heavy metal e della sregolatezza della vita da rockstar ha trascinato la sua ingombrante eredità fino ai giorni nostri. Un’eredità fatta di perdizione, trasgressione, incidenti bizzarri ma anche tragici e naturalmente tanta, tanta leggendaria musica.

Erano giorni, quelli dei suoi più grandi successi, nei quali non esistevano gli smartphone per registrare e commentare ogni cosa; in compenso, tutti (o quasi) nel mondo della musica rock erano costantemente sotto l’effetto di droghe, cocaina, eroina o altro. Questo per dire che per sapere davvero come andò questo o quell’evento bisognerebbe esserci stati, presenti in quei momenti.

E anche così, del resto, difficile ritenere affidabili persone perse in un caos di sesso, droga e rock and roll che ruotava perennemente su sé stesso. A noi sono giunti echi, aneddoti, resoconti e fatti, alcuni reali e verificabili, altri semi-leggendari e che tali sembrano destinati a rimanere. Su Ozzy, ve ne raccontiamo 15 particolarmente interessanti.

  1. Ozzy decise di diventare un musicista quando ascoltò per la prima volta She Loves You dei Beatles, celebre singolo del 1963, all’età di 14 anni. Incredibile, se si pensa al genere di musica al quale si sarebbe dedicato poi.
  2. Da giovanissimo il futuro cantante dei Black Sabbath tentò brevemente la “carriera” di ladro; una volta penetrò in un negozio nottetempo e rubò dei vestiti con l’intento di rivenderli sul mercato nero. Peccato che fosse troppo buio: rubò dei vestiti per bambini.
  3. Ozzy ha parecchi tatuaggi ma molti non sanno che il primo, sulle dita della sua mano sinistra (le lettere del nome O-Z-Z-Y) se lo fece da solo con un ago da cucito e lucido per ferro. Chissà che male!
  4. Una volta, in tour con i Black Sabbath, Ozzy fece esplodere dei fuochi d’artificio nel corridoio di un hotel nel quale pernottava assieme alla band. Una ragazzata, direte voi. Sì, ma gli costò ben 200 mila dollari di danni.
  5. Per tutta la vita Ozzy ha sofferto di dislessia, cosa che pare gli abbia impedito di leggere libri ma abbia anche contribuito, in qualche modo, alla spontanea creatività che gli ha consentito di essere un artista e liricista così prolifico.
  6. Questa è davvero incredibile e dubitiamo che sia vera, ma vale la pena di raccontarla comunque. Negli anni ’70, nel bel mezzo del successo con i Sabbath (e delle droghe), Ozzy si ritrovò a voler combattere la noia in una camera d’hotel. Il chitarrista Toni Iommi racconta che a quel punto, non si sa come, avrebbe trascinato nella stanza il corpo intero di uno squalo (morto) e avrebbe iniziato a spargerne il sangue tutt’attorno. Probabilmente solo una visione dovuta alle sostanze assunte, ma fa impressione a pensarci.
  7. Dopo essere stato licenziato dai Black Sabbath, nel 1979, Ozzy passò ben tre mesi chiuso in una camera d’hotel a consumare droghe. Di lì a poco la sua carriera sarebbe rinata grazie alla futura moglie Sharon e alla collaborazione del chitarrista Randy Rhoads; ma lui non poteva prevederlo e andò molto vicino a toccare il fondo.
  8. Quando nel 1981 Ozzy si recò presso la CBS Records per firmare un contratto discografico, portò con sé nascoste in tasca diverse colombe che intendeva liberare come gesto di buon augurio. Ovviamente, le cose non andarono così: il cantante era talmente stordito dalle droghe che, così racconta il mito, finì col staccare con un morso la testa di una delle colombe e poi sputarla sul tavolo, direttamente davanti ai discografici.
  9. In un incidente molto simile (e, a questo punto, per nulla sorprendente) nel 1982 Ozzy ripetè il gesto con un pipistrello durante un concerto. Dovette essere ricoverato di corsa perché rischiò di contrarre la rabbia.
  10. Durante un tour con i Mötley Crüe nel 1984 Ozzy si impegnò in una gara di trasgressione assieme a Tommy Lee, batterista della band americana. La gara la vinse lui quando, così si dice, arrivò a sniffare una colonna di formiche.
  11. Un momento particolarmente brutto per il cantante arrivò nel 1989 quando si risvegliò nella cella di una prigione senza la minima idea del perché vi fosse finito. Chieste delucidazioni a una guardia, scoprì di aver tentato (sotto l’effetto di droghe, presumibilmente) di strangolare sua moglie Sharon. Tremendo.
  12. Nel 2003 Ozzy fu vittima di un incidente con la moto che gli costò la clavicola e otto costole e lo portò ad un arresto respiratorio. Solo l’intervento tempestivo della sua guardia del corpo, Sam Ruston, gli salvò la vita.
  13. Una volta un rapinatore s’introdusse in casa di Ozzy e Sharon per rubare l’argenteria. Ozzy si era alzato dal letto per andare in bagnò e leggenda vuole che si ritrovò davanti al ladro e completamente nudo. Il malfattore poi fuggì (forse spaventato dalla nudità del cantante, non lo sappiamo).
  14. Nella sua vita Ozzy ha dovuto tentare molteplici volte per prendere la patente. In una occasione prese un valium per cercare di calmare i nervi prima dell’esame di guida. Risultato: si addormentò nel bel mezzo di una inversione.
  15. Per impedire a Ozzy di bere troppo al pub vicino a casa, una volta Sharon nascose tutti i suoi vestiti in una camera d’hotel per dissuadere il cantante dal recarsi al locale. Ma il richiamo dell’alcol fu troppo forte e Ozzy andò al pub con indosso uno dei vestiti della moglie.
LEGGI ANCHE:  Ozzy Osbourne: nuovo album in cantiere

Fonte: Factinate

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Sente, la Scimmia fa.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.