Ozzy Osbourne: quando sniffò delle formiche e invece era “solo” un ragno

Storie di ordinaria follia dalla biografia di Ozzy Osbourne

Ozzy Osbourne
Ozzy Osbourne nel video di "Life Won't Wait". Credits: Ozzy Osbourne / YouTube

Per la serie delle improbabili e sconvolgenti avventure di Ozzy Osbourne, c’è questo aneddoto che non si può non raccontare

1984. Ozzy Osbourne è in un periodo nel quale si trova completamente fuori di sé. Solo a due anni prima, tanto per cominciare, risale il famoso incidente nel quale ha staccato la testa ad un pipistrello, rischiando di contrarre la rabbia.

L’epoca, segnata per lui dall’abuso di alcol e di sostanze, segue di poco poi la morte del fedele e capace chitarrista Randy Rhoads, grazie al quale Ozzy è stato in grado di lanciare con grande successo la sua carriera da solista a inizio decennio.

Ci sono quindi parecchi aneddoti molto coloriti su di lui da far risalire a questo periodo. Uno dei più noti risale appunto al 1984, durante una “gara di follie” con Nikki Sixx, il bassista dei Mötley Crüe, che erano appunto in tour con Ozzy.

Durante questa “gara”, arrivata pare a gesti anche estremi, Ozzy sarebbe arrivato a vincere spingendosi a “sniffare” col naso, come con un pista di cocaina, una colonna di formiche.

L’episodio, da quanto è diventato leggendario, è persino ricostruito nel film The Dirt, biopic basato appunto sulla storia dei Mötley Crüe. Ma oggi si scopre che le cose potrebbero essere andate diversamente. Anche se non troppo.

A parlare è Jake E. Lee, allora chitarrista di Ozzy: “Ero lì, e non c’era nessuna cazzo di colonna di formiche. Ozzy ha sniffato un piccolo ragno. Tommy [Lee] lo dice, Nikki lo dice, Ozzy lo dice, [ma] non mi interessa: non c’erano formiche“. A posto così.

Fonte: Q Rock Online

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.