Hugh Jackman si riconcilia con sua madre che lo aveva abbandonato [foto]

Hugh Jackman fu abbandonato da sua madre quando aveva 8 anni. Ora, tuttavia, si sono riconciliati. Ecco la loro bellissima storia

Hugh Jackman Wolverine
Wolverine
Condividi l'articolo

Nelle ultime ore Hugh Jackman ha postato sui suoi social una tenera foto che lo vede abbracciato a sua madre Grace McNeil. Una cosa abbastanza normale penserete voi. Se non fosse che l’attore australiano fu abbandonato dalla donna, che decise di tornare in Regno Unito, quando il figlio aveva solo 8 anni. Questa cosa gli ha creato enormi disagi. Quando era piccolo aveva infatti sviluppato una fobia per il buio e le altezza oltre a essere divenuto un adolscente furioso. Tuttavia col tempo, ha deciso di perdonarla e riconcigliarsi con lei.

A raccontare questa storia era stato lo stesso Hugh Jackman, durante un’intervista con Australian Women’s Weekly del 2012.

All’epoca è stato molto dura – ha raccontato l’attore in quel caso . Una delle cose che ricordo in maniera più vivida è quella sensazione orribile che le persone parlassero di te e ti guardassero perché era strano che una madre se ne andasse. Per molti anni ho pensato che non sarebbe stato per sempre, quindi mi sono aggrappato a questo. Fino all’età di 12 o 13 anni, pensavo che mamma e papà sarebbero tornati insieme. Quando mi sono reso conto che non sarebbe successo è stato il momento più difficile.

Tuttavia non ho mai sentito, e so che potrebbe sembrare strano, che mia madre non mi amasse. Ne ho parlato a lungo con lei e so che stava lottando. Era in ospedale dopo che sono nato affetta da depressione post-natale. E poi aggiungi cinque bambini al mix e il fatto che era emigrata dall’Inghilterra e non c’era una rete di supporto per lei qui, oltre al fatto che papà era al lavoro tutto il giorno – e ti rendi conto che come genitori commettiamo errori .

Hugh ora è vicino a sua madre e la vede tre o quattro volte l’anno. L’attore volto di Wolverine pensa che diventare genitore gli abbia permesso di capire meglio sua madre.

LEGGI ANCHE:  I 10 migliori film sui supereroi

Penso che avere figli propri aggiunga solo un altro livello di empatia e comprensione. E arriva un certo punto nella vita in cui devi smettere di incolpare le altre persone per come ti senti o per le disgrazie nella tua vita. Non puoi passare la vita ossessionato da ciò che avrebbe potuto essere. È è un qualcosa che ti impedisce di essere grato per tutte le cose meravigliose che hai nella tua vita.

L’incredibile saggezza di Hugh Jackman.

Avatar di Matteo Furina
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.