Brian May contro Eric Clapton e i no-vax: “Fuori di testa”

Brian
Credits: Guitar Interactive Magazine / YouTube
Condividi l'articolo

Brian May non si risparmia sulle posizioni velatamente no-vax di Eric Clapton

Come sappiamo, il tema dei vaccini è quello divisivo per eccellenza nel 2021. Brian May ed Eric Clapton, come musicisti storici e figure di primo piano della musica, non hanno potuto esimersi dal prendere posizione. Questo perché, come avviene anche qui con il Green Pass, concerti ed eventi musicali sono e saranno interessati da restrizioni che divideranno vaccinati e non vaccinati.

Il chitarrista e cantante di Cocaine ha di recente affermato di non aver intenzione di suonare a concerti che richiederanno al pubblico una prova di vaccinazione. Questo si allinea a sue precedenti posizioni su lockdown, mascherine e restrizioni dei periodi di quarantena.

Brian May, mitico chitarrista e colonna portante della musica dei Queen, assume toni opposti, seppur pacati: “Amo Eric Clapton, è il mio eroe, ma ha in molti modi punti di vista diversi dai miei. Pensa che sia ok sparare agli animali per divertimento, quindi abbiamo i nostri disaccordi, ma non smetterò mai di rispettarlo”.

LEGGI ANCHE:  Hot Space: come i Queen decisero gli Anni '80

Leggi anche – Phoebe Bridgers attacca Eric Clapton: “Fa musica estremamente mediocre”

“[Per quanto riguarda] la gente anti-vax [no-vax, in sostanza], mi spiace, penso siano fuori di testa [fruitcakes]“. Il termine fruitcake, letteralmente “torta alla frutta”, viene utilizzato in inglese con accezione derogatoria per dire “matto”, “svitato” e così via. Le parole successive di May chiariscono che in questo caso è proprio ciò che intende.

“Ci sono un sacco di prove che dimostrano che la vaccinazione aiuta. Sul totale [i vaccini] sono stati molto sicuri. Ci sarà sempre un effetto collaterale per ogni droga [medicina] che prendi, ma andare in giro a dire che i vaccini sono un piano per ucciderti, mi spiace, questo per me va nel barattolo della follia”.

Anche altri importanti cantanti e performer inglesi e anglofoni, come Ian Brown degli Stone Roses e Van Morrison, hanno dall’inizio della pandemia espresso reiterato scettiscimo per le misure di prevenzione e per le azioni istituzionali e mediche in toto. Clapton è solo uno dei tanti, per quanto non si sia espressamente pronunciato “contro” i vaccini.

LEGGI ANCHE:  Brian May suona insieme all'ologramma di Freddie Mercury e si commuove

Fonte: NME