Mark Hoppus dei Blink 182 ha il cancro: “Ho paura”

Brutte notizie per i fan dei Blink 182: Mark Hoppus ha svelato di star combattendo contro il cancro da tre mesi

Bassist Mark Hoppus of Blink-182 interacting with fans at a concert in 2019, Mark Allen per Wikipedia
Condividi l'articolo

Non è certo con delle belle notizie che Mark Hoppus, il cantante dei Blink 182, si è rapportato ai suoi fan.

Il musicista, infatti, ha usato i suoi canali social – tanto Instagram quanto twitter – per comunicare di star combattendo contro il cancro da tre mesi. Su Twitter ha confessato così il suo stato d’animo riguardo la sua condizione di salute:

Negli ultimi tre mesi mi sono sottoposto alla chemioterapia per il cancro. Ho il cancro. Fa schifo e sono spaventato, ma allo stesso tempo ho la fortuna di avere dottori, una famiglia e amici fantastici che mi stanno aiutando ad affrontare tutto questo. Davanti a me ci sono ancora mesi di trattamento, ma sto cercando di rimanere positivo e pieno di speranza. Non vedo l’ora di essere libero dal cancro e di vedervi tutti a un futuro concerto.

A quarantanove anni, Mark Hoppus non ha voluto dare ulteriori dettagli sulla sua malattia, se non che ha davanti a se altri lunghi mesi di trattamento per cercare di sconfiggere il male che lo ha colpito.

LEGGI ANCHE:  Enema of the State: il manifesto pop punk dei Blink-182

Allo stesso tempo, però, non ha lesinato nel mostrarsi pronto a combattere: sui social, infatti, ha pubblicato una foto in cui si mostra mentre è nel pieno di una seduta di chemioterapia, in una stanza di ospedale, affrontandola con ironia.

mark hoppus
Mark Hoppus pubblica questa foto nelle sue stories

All’annuncio della malattia Mark Hoppus è stato raggiunto anche dalle parole di Tom DeLonge, ex chirattista della band, che ha scritto:

Sapevo della diagnosi di cancro di Mark Hoppus da un po’ ormai. E per aggiungere delle parole a quelle che ha detto oggi, vorrei dire che lui è forte, un super-uomo che si sta spingendo contro questo ostacolo difficile con cuore aperto #GliGuardiamoLeSpalle