Better Call Saul: l’ultima stagione non arriverà prima del 2022

Per Better Call Saul ci sarà da aspettare ancora molto

Better Call Saul
Condividi l'articolo

Cattive notizie per i fan di Better Call Saul

Better Call Saul sarà spostata al primo quarto [i primi tre mesi] del 2022″. La notizia viene direttamente da Josh Sapan, a capo del network AMC, sul quale va in onda negli Stati Uniti la fortunata serie prequel di Breaking Bad.

Ci sarà quindi da aspettare almeno un anno per conoscere l’esito delle vicende che coinvolgono Jimmy McGill/Saul Goodman, Kim Wexler, Lalo Salamanca e tutti gli altri amatissimi personaggi. Inoltre, di certo l’ultima stagione chiuderà il cerchio con gli eventi di Breaking Bad.

Sapan spiega che, ovviamente a causa del virus, le produzioni di diversi show AMC (The Walking Dead e spin-off in primis) si sono dovute posticipare e stanno ora intasando l’agenda dell’emittente. Ecco perché non rivedremo Saul almeno fino al prossimo anno.

“Così è come la vediamo adesso” spiega, dando a intendere che le prospettive potrebbero variare nei prossimi mesi. Chiaramente, come sempre, tutto dipende dall’andamento della pandemia e dalla prosecuzione felice della campagna vaccinale.

LEGGI ANCHE:  Breaking Bad: Giancarlo Esposito nella docu-serie dedicata

Better Call Saul racconta la storia di Saul Goodman, avvocato truffaldino dalla morale incerta. Assistiamo alle vicende del suo personaggio precedentemente all’incontro con Walter White e Jesse Pinkman, che avviene nella seconda stagione di Breaking Bad.

Allo stesso tempo, la serie segue l’ascesa di Gus Fring e i suoi rapporti complicati con la famiglia Salamanca per il controllo del mercato della droga in New Mexico. Anche altri personaggi fondamentali, come Mike Ehrmantraut, vengono esplorati a fondo.

Fonte: TheWrap

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.