Joe Biden: le migliori performance degli artisti all’inaugurazione

In tanti hanno celebrato l'insediamento di Biden con la loro musica

Biden
Credits: Biden Inaugural Committee / YouTube
Condividi l'articolo

Joe Biden è stato celebrato da una pletora di diversi artisti

Ormai è ufficiale: Joe Biden è il nuovo Presidente degli Stati Uniti. In tantissimi hanno festeggiato l’evento, anche perché da molti lo hanno considerato importante soprattutto in corrispondenza del termine del quadriennio Trump. In America, molti artisti, musicisti e attori, non hanno mai sopportato l’Orange Man.

Nel corso dei suoi quattro anni di presidenza, infatti, nomi importanti del mondo dello spettacolo non si sono mai risparmiati nel criticare le politiche conservatrici di Trump. E anche se alcuni artisti si sono schierati dalla sua parte, specie durante l’ultima campagna elettorale, la maggioranza è sempre stata avversa a lui.

Ecco perché in parecchi sono accorsi ad esibirsi, per quanto permesso dalle restrizioni (quindi, a distanza), in favore del nuovo presidente, eletto alla fine dell’anno scorso dopo lunghe e travagliate elezioni. Già vi abbiamo detto della emozionante performance di Lady Gaga e della reunion eccezionale dei New Radicals. Ecco chi altro era presente.

LEGGI ANCHE:  Vincent Gallo shock: "Consentire alle donne di votare è stato un errore"

Prima di tutto va citato il Boss in persona, Bruce Springsteen, che ha cantato la sua Land of Hope and Dreams, pubblicata nel 2012 ma presente nel suo repertorio da molto prima. La volta è stata poi dei Bon Jovi, che hanno deciso di interpretare la mitica Here Comes the Sun di George Harrison, un po’ a voler segnalare la volontà di “rinascita” legata a Biden.

John Legend è intervenuto con una cover dello standard classico Feeling Good, mentre i Foo Fighters hanno suonato la loro sempre bellissima Times Like These, adatta come non mai alla situazione. Per chiudere lo show in maniera memorabile è arrivata Katy Perry con la sua Firework (2010), cantata sullo sfondo di fuochi d’artificio reali.

Altri momenti importanti sono stati l’intervento di ben tre ex-presidenti, Clinton, Bush Jr. ed Obama, in un video per augurare buon lavoro a Biden; e un breve ma sentito commento di Tom Hanks. Una serie di momenti indimenticabili, che in molti ricorderanno come veri segnali di un cambiamento degli Stati Uniti dopo l’era Trump.

LEGGI ANCHE:  Michael Keaton: "Non possiamo sopravvivere ad altri 4 anni di Trump"

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Sente, la Scimmia fa.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.