Michael J. Fox: “In sedie a rotelle sei un bagaglio, nessuno ti ascolta”

In un'intervista con The Irish Times, Michael J. Fox ha parlato della sua personale esperienza sulla sedia a rotelle

michael j. fox, ritorno al futuro
Condividi l'articolo

Michael J. Fox ha da poco pubblicato il suo ultimo libro, No Time Like the Future, nel quale parla di molti aspetti della sua vita tra i quali, ovviamente, il morbo di Parkinson che lo ha costretto al ritiro dalle scene (qui i dettagli).

Parlando con The Irish Times l’attore icona di Ritorno al Futuro (qui 15 curiosità a tema), ha ricordato di quando, qualche anno fa fu operato per rimuovere un tumore benigno dal midollo spinale a seguito del quale dovette praticamente imparare a camminare di nuovo.

Mentre la riabilitazione proseguiva, cadde rovinosamente in cucina, fratturandosi il braccio in maniera talmente tanto scomposta da richiedere l’impianto di 19 chiudi e di una placca.

L’attore ah dunque parlato di quel lungo periodo nel quale è stato costretto sulla sedia a rotelle.

Può essere un’esperienza frustrante e isolante, permettere a qualcun altro di determinare la direzione in cui sto andando e la velocità con cui posso viaggiare. Chi spinge è al comando – spiega Fox. Dal punto di vista dell’occupante della sedia, è un mondo fatto di sederi e gomiti. Nessuno può sentirmi. Per compensare, alzo la voce e improvvisamente mi sento come Joan Crawford in Che fine ha fatto Baby Jane ? mentre sbraita ordini.

Generalmente la persona che controlla è uno sconosciuto, un dipendente dell’aeroporto o dell’hotel. Sono sicuro che se potessimo guardarci negli occhi, riconosceremmo la nostra reciproca umanità. Ma spesso nella sedia a rotelle sei un bagaglio. Nessuno si aspetta che tu dica qualcosa, solo che stia seduto e fermo. Nessuno ascolta un bagaglio

Cosa ne pensate di queste parole di Michael J. Fox?

LEGGI ANCHE:  Viaggio nella filmografia di Peter Jackson - da Bad Taste a Lo Hobbit

Continuate a seguirci sulla nostra Pagina LaScimmiapensa.com per altre news, recensioni e aggiornamenti sul mondo del Cinema, dei Videogiochi e delle Serie TV.

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.