Grace Kelly | La tragica storia di una vera Principessa

Alla scoperta della vita e della carriera di Grace Kelly, la donna dietro la regina.

grace Kelly
Grace Kelly regina di Monaco e regina di Hollywood (a dx La finestra sul cortile)

Grace Patricia Kelly è stata un’attrice statunitense, arrivata nel mondo del cinema grazie alla moda. Dapprima indossatrice di vestiti e comparsa in programmi televisivi poi, calcò per la prima volta un palcoscenico teatrale all’età di diciannove anni. E, da quella notte del 1949 al Broadway theatre di New York, nessuno potrà più dimenticare il suo nome. Da allora intraprese una brillante carriera sul grande schermo, che si concluse nel 1956. Anno in cui, attraverso le nozze con il principe Ranieri III di Monaco, divenne principessa consorte. Un peso, quello della corona, che sconvolgerà la vita della ragazza, fino alla sua tragica fine.

Grace Kelly: una breve biografia

Grace Kelly nacque a Filadelfia, il 12 novembre del 1929. Figlia di John Brendan Kelly Senior e Margaret Katherine Maier, crebbe in una famiglia fortemente cattolica, particolarmente dedita allo sport e di recente ricchezza. Secondo alcuni, la passione per la recitazione e il cinema venne tramandata alla giovane Grace dallo zio paterno George, commediografo e vincitore di un premio Pulitzer.

Poco più che adolescente Grace decise di iscriversi all’accademia d’arte drammatica a New York, dove iniziò a studiare recitazione, nonostante l’iniziale avversione dei genitori. A questi anni risalgono anche i primi importanti flirt della ragazza, che intrattenne molteplici relazioni sentimentali (alcune, apparentemente, non propriamente ortodosse).

Carriera

Nel 1949 Grace prese parte al dramma Il padre di August Strindberg, andato in scena a Broadway. Quella data segnò un momento molto importante per la vita e la carriera dell’attrice, che, dopo quella prima apparizione di successo, decise di dedicarsi ufficialmente al cinema, scoprendo così un grande amore. E, già nel 1951, poco più che ventenne, comparve nel cast del film 14ª ora di Henry Hathaway, mentre l’anno seguente fu coprotagonista, accanto al celebre Gary Cooper, nel western Mezzogiorno di fuoco.

Grace Kelly
Grace Kelly, giovane musa di Hollywood

Ma la vera svolta avvenne nel ’54, quando Hitchcock la scelse per Il delitto perfetto, coniando per lei il famoso ossimoro Ghiaccio bollente e consacrando per sempre il suo volto alla storia del cinema.

Il successo e il fidanzamento

Dopo Il delitto perfetto, Grace lavorò con Hitchcock per altri due film: La finestra sul cortile, uscito sempre nel ’54, e Caccia al ladro, nelle sale l’anno seguente. Fu proprio durante le riprese di quest’ultimo film, girato nel sud della Francia, che la giovane attrice conobbe il suo futuro consorte. Ma, ahinoi, non pensate che tutto sia stato da favola, come invece accade sempre nelle storie sulle principesse. Sebbene Grace fosse notoriamente bellissima, dotata com’era di raffinatezza e di un volto angelico (e sicuramente ciò non era sfuggito al Principe), apparentemente Ranieri non la scelse come sua promessa sposa per queste caratteristiche. Ma, purtroppo, per ragioni molto più pratiche: la sua capacità di potergli dare dei figli e la fede fortemente cattolica della ragazza.

Grace Kelly
Grace Kelly e il Principe Ranieri poco prima delle nozze

Ranieri, infatti, prima di conoscere Grace era stato a lungo fidanzato con un’attrice francese: Gisèle Pascal. Quest’ultima, tuttavia, si rivelò infertile in seguito a una visita medica (NdR. sposatasi con il collega Raymond Pellegrin ebbe comunque una figlia), motivo per cui la relazione venne poi interrotta. Brutale, non è vero? Eppure negli anni ’50, in una realtà fortemente cattolica come quella del Principato di Monaco, l’idea di sposare una donna incapace di generare figli (e quindi, di conseguenza, la necessità poi di divorziare e risposarsi) era impensabile. Ma perché era indispensabile procreare, si chiederà qualcuno? La necessità di garantire un erede all’epoca era fondamentale: fino al 2002, se il Principato non avesse continuato la discendenza, il territorio sarebbe passato sotto il controllo della Francia. Ranieri scelse allora, tra le due attrici, Grace, certamente bellissima e di maggiore sicurezza. Ed ecco quindi che una delle storie d’amore più fantasticate di sempre assume i tristi connotati della dura realtà.

L’addio al cinema e il matrimonio

Ma, dall’esterno, la loro relazione continuò ad avere le sembianze di un fantastico sogno. Ranieri fece la proposta a Grace la notte di Capodanno del 1955, donandole un anello di fidanzamento di Cartier, stimato 10,5 carati. Lo stesso anno l’attrice ottenne l’Oscar per la sua interpretazione in La ragazza di campagna, a cui seguirono le riprese di Il cigno. Ma ovviamente le future nozze con un monarca rappresentavano, per Grace, la fine della carriera cinematografica. Nel 1956 girò il suo ultimo film, Alta società, completato per impegni già presi con la casa di produzione. E il 19 aprile del 1956 convolò a nozze con Ranieri, sancendo così il suo definitivo allontanamento dalla scena.

Grace Kelly
Il matrimonio che fece sognare milioni di cittadini

Il matrimonio fu da fiaba: un evento mondano tra i più agognati e seguiti da celebrità e non. Grace, meravigliosamente adornata di pizzo bianco, sfilò verso l’altare con un abito firmato Helen Rose (e completato con l’aiuto di ben 35 sarte). A seguire l’unione di due futuri regnanti, i volti del grande cinema e la più alta società aristocratica. In un tripudio di regalità, stupore e pettegolezzi di vario tipo. Da allora Grace lasciò le vesti da attrice, per indossare ufficialmente quelle di principessa consorte e moglie. Trasferitasi presso il Principato di Monaco, contribuì a trasformare la località in una meta d’èlite e raffinatezza. Si dedicò alla beneficenza, alla diplomazia e alla cura dei suoi tre figli: Carolina, Alberto e Stéphanie.

La morte

Ma la storia tra la bella attrice e il principe regnante non conobbe mai, purtroppo, il vissero per sempre felici e contenti. La notte tra il 13 e il 14 settembre 1982, dopo 26 anni di matrimonio, le telescriventi di tutto il mondo batterono la notizia che pose fine a tutto: Sua Altezza Serenissima la principessa Grace di Monaco si è spenta pochi minuti fa in seguito alle ferite riportate in un incidente automobilistico di cui è rimasta vittima lungo la strada carrozzabile D 37 per La Turbie. Grace era uscita per delle commissioni alla guida di una Rover 3500 V8 S marrone scuro, in compagnia di Stéphanie, allora diciassettenne. Le due si trovavano presso la residenza estiva di Roc Agel e, poco dopo la partenza, Grace perse il controllo della vettura durante un tornante, rompendo così il muretto di protezione e precipitando giù per una scarpata.

Grace Kelly
Il Principe Ranieri e la Principessa Grace di Monaco con i loro tre figli: Carolina, Alberto e Stéphanie

 Stéphanie, nonostante le innumerevoli ferite, riuscì a salvarsi, mentre Grace apparve già dai primi soccorsi in pericolo di vita. La corsa all’ospedale La Colle e i primi interventi non riuscirono a salvarla: con molteplici fratture e due emorragie celebrali, Grace Patricia Kelly, Principessa di Monaco, si spense insieme ai sogni di milioni di persone. I funerali furono celebrati nella cattedrale di Monaco, al cospetto di personalità come Nancy Reagan, la principessa Diana e del popolo intero, e trasmessi in diretta televisiva.

Un giorno, quel 14 settembre, che vide la scomparsa di una donna che aveva fatto sognare il mondo, tanto al cinema quanto nella vita di tutti i giorni. Un’attrice che era stata prima di tutto una madre e una moglie. Principessa di Monaco e regina dello schermo.

Filmografia di Grace Kelly

Cinema

  • 14ª ora (1951)
  • Mezzogiorno di fuoco (1952)
  • Mogambo (1953)
  • Il delitto perfetto (1954)
  • La finestra sul cortile (1954)
  • La ragazza di campagna (1954)
  • Fuoco verde (1954)
  • I ponti di Toko-Ri (1954)
  • Caccia al ladro (1955)
  • Il cigno (1956)
  • Alta società (1956)

Televisione

  • Kraft Television Theatre – serie TV, 6 episodi (1948-1954)
  • Believe It or Not – serie TV, 1 episodio (1950)
  • Actor’s Studio – serie TV, 3 episodi (1950)
  • I segreti della metropoli (Big Town) – serie TV, 1 episodio (1950)
  • The Clock – serie TV, 1 episodio (1950)
  • Somerset Maugham TV Theatre – serie TV, 1 episodio (1950)
  • Danger – serie TV, 2 episodi (1950-1952)
  • Lights Out – serie TV, 2 episodi (1950-1952)
  • Studio One – serie TV, 2 episodi (1950-1952)
  • The Philco Television Playhouse – serie TV, 1 episodio (1950-1953)
  • The Prudential Family Playhouse – serie TV, 1 episodio (1951)
  • Nash Airflyte Theatre – serie TV, 1 episodio (1951)
  • Armstrong Circle Theatre – serie TV, 4 episodi (1951-1952)
  • CBS Television Workshop – serie TV, 1 episodio (1952)
  • The Big Build Up (1952)
  • Robert Montgomery Presents – serie TV, 1 episodio (1952)
  • Suspense – serie TV, 1 episodio (1952)
  • Goodyear Television Playhouse – serie TV, 1 episodio (1952)
  • Lux Video Theatre – serie TV, 3 episodi (1952-1953)

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.Com per rimanere sempre aggiornati!