Halle Berry rinuncia ad un ruolo da transgender e chiede scusa

Halle Berry risponde subito al backlash e fa marcia indietro

Halle Berry

Halle Berry discute di poter interpretare un uomo transgender in un nuovo film, ma le accuse e le polemiche arrivano subito, e l’attrice si tira indietro

Halle Berry si scusa in fretta e furia su Twitter, dopo aver considerato la possibilità di interpretare un uomo trans in un nuovo film. Non si sa di quale film si tratti, né se ne conosce il titolo, dato che sembra che il progetto sia ancora in fase di pre-produzione, e che la Berry stesse appunto solo considerando il ruolo, senza aver accettato. Non ce n’è stato il tempo, in ogni caso. Dopo un’intervista su Instagram nella quale aveva annunciato la possibilità di questa interpretazione, l’attrice si è trovata di fronte una un notevole backlash da parte della comunità trans. La quale, naturalmente, sostiene che personaggi trans dovrebbero essere interpretati da attori trans. Similmente, insomma, a come si ritiene ora che personaggi di colore dovrebbero essere doppiati solo da attori di colore, e così via.

“Continuerò ad ascoltare, educarmi ed imparare da questo errore”

Halle Berry ha fatto immediatamente marcia indietro, postando le sue scuse su Twitter e ottenendo anche una buona reazione da parte dei contestatori interessati. Dice: “Nel weekend ho avuto la possibilità di discutere la mia considerazione per un nuovo ruolo di un uomo transgender [una donna diventata uomo], e vorrei scusarmi per questa considerazione. Come donna cisgender [che cioè si riconosce nel proprio sesso di nascita], adesso capisco che non dovrei aver considerato questo ruolo, e che la comunità transgender dovrebbe assolutamente avere l’opportunità di raccontare le sue proprie storie. Sono grata per la guida e le conversazioni critiche dei giorni passati, e continuerò ad ascoltare, educarmi ed imparare da questo errore. Prometto di essere un’alleata e di usare la mia voce per promuovere migliori rappresentazioni sullo schermo, sia di fronte che dietro la macchina da presa”.

Fonte: Variety