Rupert Grint attacca J.K. Rowling: “Sono dalla parte della comunità trans”

In un'intervista rilasciata al Times, Rupert Grint ha voluto dire la sua sul caso riguardante i tweet transfobici scritti da J.K. Rowling

Rupert Grint
Rupert Grint è Ron Wesley
Condividi l'articolo

Dopo Daniel Radcliffe ed Emma Watson, non potevano mancare le parole di Rupert Grint, l’attore che interpretò Ron Weasley nell’amatissima saga di Harry Potter, in risposta ai tweet ritenuti transfobici, pubblicati da J.K. Rowling qualche giorno fa. L’attore, da poco divenuto papà, ha infatti rilasciato un’intervista sul Times, nella quale si accoda al pensiero di tutti i suoi colleghi, schierandosi dalla parte della comunità trans.

Sono fermamente dalla parte della comunità trans e sono d’accordo su ogni parola detta da molti dei miei colleghi – ha dichiarato Grint- Le donne trans sono donne a tutti gli effetti. Esattamente come gli uomini trans sono uomini a tutti gli effetti. Dovremmo avere tutti il diritto di vivere con amore, senza giudicare o venire giudicati.

Dunque anche Rupert Grint, insieme a praticamente tutti gli attori che hanno preso parte ai film di Harry Potter o di Animali Fantastici che hanno voluto dire la loro su quanto accaduto hanno fatto fronte comune nell’attaccare le parole della Rowling. La donna, dal canto suo, ha tentato di giustificare la sua infelice uscita spiegando di aver subito abusi da piccola (Ve ne abbiamo parlato qui).

LEGGI ANCHE:  Rupert Grint e la possibile Relazione tra Tom Felton e Emma Watson

Cosa pensate di questa storia e del uniformità di giudizio che dà contro la scrittrice britannica? Voi da che parte state? Sapevate che secondo uno studio del 2014, la lettura dei testi di Harry Potter aiutare a creare empatie verso le categorie discriminate? Fatecelo sapere nei commenti.

Scriveteci e seguiteci per altre news sul mondo del cinema e delle serie TV sulla nostra pagina LaScimmiapensa.com.