Marco Giallini racconta il risveglio dopo il coma e la terapia intensiva

In una videochiamata sul web, Marco Giallini ha ricordato di quando il cast di Romanzo Criminale andò a trovarlo in ospedale

Marco Giallini Romanzo Criminale

In questo periodo di quarantena dovuta all’emergenza Coronavirus, moltissime persone costrette in casa comunicano tra loro attraverso l’utilizzo di videochiamate. Quando a farlo sono due personaggi famosi, ecco che vengono fuori degli aneddoti interessanti. È esattamente quello che è successo ieri tra Marco Giallini e Alessandro Roja. I due hanno visto lanciare le loro carriere dalla serie Tv Romanzo Criminale, prodotta da Sky e diretta da Stefano Sollima. Durante una chiacchierata amichevole avvenuta ieri, i due hanno ricordato di quando Giallini, che nella serie interpretava Il Terribile, finì in terapia intensiva a seguito di un terribile incidente in moto in prossimità delle riprese del programma e di come parte del cast della serie andò a trovarlo in ospedale.

Ero uscito dalla terapia intensiva da un paio di giorni – racconta Giallini – dormivo, apro gli occhi e vedo tre facce da c**o che non dimenticherò mai. […] Mi trovo davanti un Francesco Montanari, ricordo ragazzino (vabbè che è sempre uguale), Vinicio Marchioni proprio a un palmo dalla faccia e un altro ragazzo, me pare Roja, boh.

Proseguendo nel racconto Marco Giallini, sotto lo sguardo divertito di un complice Alessandro Roja, continua spiegando come a causa della situazione di forte stress e della morfina rischiò anche di non riconoscere gli amici e colleghi che aveva davanti.

Ricordo che mi hanno detto solo una frase :”A Giallì, sei un mito, noi t’aspettamo”. E vi giuro su Dio, siccome con tutta la roba che ti mettevano, antidolorifici, morfina, non sapevi se fosse un sogno o meno. Allora ho pensato “Ma chi so questi? Ma che vonno?” […] E siete andati via. Ricordo, ero solo e penso “Ma chi ca**o erano?”

Conoscevate questa bellissima storia? Avete amato Romanzo Criminale? Fatecelo sapere nei commenti.

Leggi anche:

Per altre notizie e approfondimenti continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com