10 Film da vedere se ami Mad Max: Fury Road [LISTA]

10 film da vedere se ami Mad Max: Fury Road; pellicole ambientate in un futuro distopico, dove ormai non esiste più alcuna ragionevolezza.

Condividi l'articolo

4) Matrix – Andy e Larry Wakowski (1999)

Top Mad Max: Fury Road-L'hacker Neo e la tecnologia
L’hacker Neo e la tecnologia

L’hacker Neo (Keanu Reeves) scopre, seguendo le linee di un tatuaggio di una ragazza, che la realtà è finta, tutta rimpiazzata dalle immagini, percepita come una grande rappresentazione irrealistica che è conseguenza di un lavoro che ha a che fare con le macchine e non con gli esseri umani.

Addirittura anche i concetti stessi di “realtà” e “verità” sono stravolti: possono essere rifiutati attraverso la scelta di una pillola. L’uomo può: o rimanere schiavo della grande simulazione che il mondo delle macchine gli fa vivere; o si può svegliare dall’inganno, maturare la coscienza di essere “altro” rispetto alla tecnologia e che quello che ha intorno è solo una farsa.

Nulla è scontato e tutta l’azione richiede sacrifici e martiri. Neo, accompagnato da Morpheus (Laurence Fishburne) e dalla bella Trinity (Carrie-Anne Moss), quale scelta farà? Scoprire il futuro o vivere per sempre in un’illusione?

Il film ha avuto due sequel nel 2003, Matrix Reloaded e Matrix Revolutions, formando così una trilogia. Nei mesi scorsi è stato annunciato un quarto capitolo.

5) The Time Machine – Simon Wells (2002)

Top Mad Max: Fury Road- Alcuni dei Morlock
Alcuni dei Morlock

Tratto dall’omonimo classico della letteratura di fantascienza di H.G. Wells, The Time Machine narra della volontà dello scienziato Alexander Hartdegen (Guy Pearce) di dimostrare al mondo che è possibile viaggiare nel tempo: egli vuole cambiare il passato.

LEGGI ANCHE:  Furiosa, le prime immagini dal set del prequel di Mad Max: Fury Road

Dal passato si ritrova nel futuro, prima negli anni 2030 e 2039 e poi, nell’anno 802701. Qui i miti e gli inconsapevoli Eloi , che lo ospitano e aiutano, sono minacciati dai terrificanti Morlock, mostruosi ominidi che periodicamente emergono dal sottosuolo per catturarli e cibarsene.

Alexander si avventurerà nel sottosuolo e scoprirà di essere atteso dalla mente superiore, Super Morlock, l’unico a conservare memoria piena del passato e che governa tutto.

È lecito, con la visione di questo film, interrogarsi su chi siano gli eredi degli uomini: i remissivi, sognatori Eloi, ancorati ad un mondo fatto di natura oppure i feroci e spaventosi Morlock con la loro rudimentale meccanica?

6) Equilibrium – Kurt Wimmer (2003)

Top Mad Max: Fury Road - John Preston
John Preston

In un periodo non precisato, a Libria, il dittatore Padre ha obbligato ogni essere vivente a non provare alcun tipo di sentimento tramite l’assunzione del pozzium, una droga. La città è strettamente sorvegliata da temibili squadre funzionari-poliziotti.

Un giorno uno di questi John Preston (Christian Bale) si ribella dopo aver ucciso un collega e dopo aver ricordato di non aver provato emozioni alla morte della moglie. Per combattere le autorità si unirà al gruppo dei Rivoluzionari.

LEGGI ANCHE:  Morto Hugh Keys-Byrne, addio a Immortan Joe di Mad Max: Fury Road

È abbastanza nota l’ispirazione ai classici della letteratura 1984 (1949) di George Orwell e Fahrenheit 451 (1953) di Ray Bradbury, ma il regista ha realizzato un’opera originale: eccellenti scene d’azione, giuste atmosfere, trama accattivante.

Singolare è l’abilità nel mescolare alla potenza delle armi da fuoco occidentali le discipline asiatiche del corpo, o meglio le arti marziali in versione Gun-Kata.

7) Io sono Leggenda – Francis Lawrence (2007)

Top Mad Max: Fury Road- Il Dottor Robert Neville per le strade desolate di New York
Il Dottor Robert Neville per le strade desolate di New York

Anno 2012, New York. Un virus ha trasformato tutti in vampiri, c’è un solo sopravvissuto: il Dottor Robert Neville (Will Smith), che cerca di inventare di un siero che potrebbe curare tutti gli uomini.

Egli si muove durante le ore del giorno, insieme al suo cane lupo. Non è semplice costruire un film attorno ad un unico personaggio.

Il ritmo del proseguo dei giorni è lento, come se il regista volesse esaltare il senso di solitudine del personaggio.

A dispetto degli altri film del catalogo, questo oltre a tratteggiare la componente horror e le scene d’azione, si concentra sulla singola personalità, quella che può cambiare l’esistenza di tutti.

1
2
3
Laureata in Lettere Moderne, cultrice di tutte le discipline dello spettacolo, fan sfegatata di Quentin Tarantino. Amante, anche, della Disney! Trovo che le parole siano il mezzo più potente nella vita umana: con esse puoi trasmettere cultura, parlare della vita, ferire, fantasticare. Fare tanto o a volte, anche nulla (alla fine dipende da come le si usano!)