Parasite: il significato della messa in scena di Bong Joon-Ho [VIDEO]

Alcuni video evidenziano la tecnica registica che Bong Joon-Ho ha utilizzato per evidenziare il concetto di lotta di classe.

Parasite

Uno dei temi principali del film Parasite (Leggi la nostra recensione QUI), vincitore di ben 4 premi Oscar, è sicuramente quello della lotta di classe. Durante tutto l’arco della pellicola, troviamo un perenne contrasto tra le due famiglie protagoniste della vicenda: il benestante nucleo dei Park e quello povero e dimenticato dei Kim. Bong Joon-Ho, regista del film, ha tentato di utilizzare ogni mezzo filmico a sua disposizione per evidenziare questo rapporto sociale diseguale e incontrovertibile. Oltre a dialoghi, recitazione e scenografia, il regista sudcoreano ha utilizzato anche un particolare trucco di messa in scena.

Come ci viene mostrato infatti da alcuni video che analizzano la tecnica registica di Bong, si può notare come in ogni inquadratura nella quale appaiono personaggi appartenenti a diverse classi sociali, essi siano divisi da una sorta di linea invisibile che non viene mai, in nessun caso, sorpassata. Questo è un messaggio evidente che il regista premio Oscar manda agli spettatori: le classi sociali sono ferme, ineluttabili e incontrovertibili e nessun escamotage, neanche quelli a tratti geniali della famiglia Kim potrà mai modificare questo status quo.

Questo concetto è anche confermato dal dialogo che il signor Park ha con sua moglie nel quale si parla del signor Kim, appena assunto come autista.

Anche se sembra sempre che attraversi la linea, non lo fa mai; e questo è buono.

Cosa ne pensate di questo dettaglio? C’avevate fatto caso?

Leggi anche:

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com