Oscar 2020: Bong Joon-ho omaggia Martin Scorsese ed è standing ovation

Bong Joon-Ho ama Tarantino e fa scattare la standing ovation per Scorsese

Bong Joon-Ho, Parasite, serie tv

Una nottata emozionale per i protagonisti degli Oscar 2020

Durate gli Oscar 2020, Spike Lee ha presentato la categoria per la Miglior Regia, dove erano nominati: Bong Joon-Ho per Parasite, Martin Scorsese per The Irishman, Todd Phillips per Joker, Sam Mendes per 1917 e Quentin Tarantino per C’era una volta a… Hollywood.

Il premio è andato a Bong Joon-Ho per Parasite. Il suo discorso è nella sua lingua madre, il coreano, e viene tradotto in inglese sul palco dell’Academy. Durante il discorso di Bong Joon-Ho agli Oscar 2020, lui dice che quando andava a scuola a studiare cinema, prendeva in esame i film di Martin Scorsese e non avrebbe mai pensato di trovarsi in nomination nella stessa categoria del maestro e soprattutto non avrebbe mai pensato di vincere, cosa che ritiene folle!

Proprio perché ha parlato in coreano, le parole di Joon-Ho non erano comprensibili al pubblico in sala ma la sua voce ha menzionato Martin Scorsese ed è automaticamente scattato un applauso fragoroso in platea, seguito da una standing ovation per il regista americano.

Alla fine ringrazia anche Quentin Tarantino dicendo di amare il suo cinema.

Guardate il video qui sotto:

Scoprite tutti i vincitori degli OSCAR 2020

Continuate a seguirci su Lasciammiapensa.com per nuovi approfondimenti.