I Guns N’ Roses dedicano Knockin’ On Heaven’s Door a Kobe Bryant

Un tributo immancabile quello della band di Axl Rose

Guns
Foto credit: Alexandra Walt

Il sentito tributo dei Guns a Kobe Bryant e alla figlia Gianna

Non si fermano i tributi che giustamente continuano ad arrivare da tutte le parti in onore della memoria di Kobe Bryant. Lo storico giocatore dell’NBA, scomparso domenica scorsa, viene ricordato da colleghi, attori, VIP e anche musicisti. Ultimi fra questi ci sono nientemeno che i Guns N’ Roses, i quali in occasione di un’esibizione recentissima hanno dedicato a Kobe una delle loro canzoni più celebri.

Trattasi naturalmente di Knockin’ On Heaven’s Door, cover della storica composizione di Bob Dylan ma quasi altrettanto celebre nella versione dei Guns, risalente al 1991. Durante il concerto, tenutosi a Miami il 31 gennaio, Axl Rose ha precisato che la canzone era dedicata a tutti quanti sono morti nell’incidente in elicottero del 26 gennaio. Un omaggio immancabile, anche se si pensa che i Guns N’ Roses sono storicamente una band di Los Angeles, e che Kobe è stato uno dei più famosi giocatori degli L. A. Lakers.

Leggi anche: Bad Bunny omaggia Kobe Bryant nell’inedito 6 Rings

Axl ha dichiarato di aver visto una nebbia “formidabile” quella sera, sopra Los Angeles, quasi elevandosi a testimone del fatto. Ha poi aggiunto: “Voglio dedicare questa [canzone] a Kobe, a sua figlia e a tutti quelli sul volo… alle loro famiglie e a tutti coloro che sono stati colpiti da questo terribile evento”.

Le immagini dell’esibizione dei Guns purtroppo non sono disponibili. Il che è un peccato, perché, durante l’assolo di chitarra di Slash, sul megaschermo del concerto sono state proiettate immagini di Kobe e della figlia Gianna, solo tredicenne, anch’ella morta. Insomma, un tributo che non poteva e non doveva mancare. E di sicuro, possiamo esserne certo, non sarà l’ultimo.

Fonte: New Musical Express

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.