Neil Gaiman ha salvato una libreria con un Tweet

Neil Gaiman ha dimostrato di essere un fervente lettore non solo a parole, ma salvando una libreria inglese con la forza dei social network

Nell’ultimo romanzo di Neil Gaiman arrivato nel mercato editoriale italiano, Questa non è la mia faccia, l’autore di American Gods si descrive come un avido lettore. Un uomo che deve la sua carriera di scrittore anche alla sua incredibile e imperitura passione per i libri.

Proprio questo amore lo ha portato a condividere con i suoi oltre due milioni di follower un tweet della Petersfield Bookshop, una libreria dell’Hampshire guidata da Robert Sansom. Nel tweet, infatti, il titolo dell’esercizio commerciale aveva confessato ai suoi followers di non aver venduto nemmeno un libro durante la giornata e di non aver, dunque, incassato nemmeno una sterlina.

https://platform.twitter.com/widgets.js

Neil Gaiman, allora, ha ricondiviso il Tweet facendo sì che l’account della libreria crescesse di oltre mille followers e, soprattutto, che arrivassero sia ordini online, sia messaggi che chiedevano come fare per acquistare un libro. Addirittura il giorno dopo il titolare della libreria ha ricevuto la visita di un cliente che arrivava da Petersfield e ammetteva di non aver mai sentito parlare della libreria finché non gli è stata raccomandata da un amico che viveva a San Francisco, a dimostrazione della forza dei social e dell’amore che Neil Gaiman condivide con i suoi lettori e i suoi followers.

E a Neil Gaiman è andato naturalmente il ringraziamento del titolare della libreria: questo non è il giorno che pensavamo avremmo avuto, ma è stato il migliore. Le persone sono gentili ed è qualcosa che non bisogna mai dimenticare.

Per altre news e aggiornamenti continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com