Achille Lauro si improvvisa pittore di strada [VIDEO]

Il proverbiale eclettismo dell'artista a tutto tondo. Ma chi sospettava di lui?

Achille Lauro
Achille Lauro nel video di "Rolls Royce", 2019

La sorprendente versatilità di Achille Lauro

Personaggio sempre più curioso e sempre più noto, Achille Lauro svela tratti della sua personalità artistica forse insospettabili. Il cantante, noto al grande pubblico per la canzone Rolls Royce cantata a Sanremo nel 2019, si svela essere anche un pittore. Imbrattatele un po’ in stile impressionista, un po’ come si dice naïf, Lauro si esibisce en plein air, davanti ai passanti, in piazza Duomo a Milano. Le bianche tele sono a terra, come quelle di Jackson Pollock, e su di esse il cantante/pittore passa il colore come uno chef che guarnisce una torta.

Leggi anche: 1969 di Achille Lauro è una trappola per tutti quelli che credono di averlo capito

Esaltate sono la semplicità, l’immediatezza e l’ispirazione subitanea delle opere, prontamente decantate da un imbonitore che ne descrive l’importanza in toni aulici da romanzo ottocentesco. Una trovata pubblicitaria? Una urgenza artistica che non si poteva contenere? O un qualche tipo di anticipazione sulle future produzioni dell’artista, e sulla sua esibizione al prossimo Sanremo? Tutto può essere. Quel che è certo, è che Achille Lauro sta diventando una figura sempre più strana e particolare. E ci piace.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.