Sanremo 2022, Achille Lauro si battezza sul palco [VIDEO]

Achille Lauro ha aperto Sanremo 2022 con la sua Domenica, in cui si è reso protagonista di un gesto piuttosto particolare.

achille lauro, sanremo
Credits: Rai
Condividi l'articolo

Achille Lauro ha aperto (un po’ a sorpresa) questa edizione di Sanremo con la sua Domenica, accompagnato dall‘Harlem Gospel Choir. Una canzone che siamo sicuri sentiremo ancora a lungo, con una performance come sempre molto appariscente da parte del cantante.

Lauro torna quest’anno da concorrente dopo essere stato ospite della precedente edizione e l’esperienza del 2020, quando partecipò a concorso con Me ne frego.

Oltre la canzone, però, c’è stato un momento piuttosto particolare dell’esibizione, precisamente sul finale del brano.

Mentre il coro gospel continuava a cantare, Lauro si è inginocchiato verso qualcosa appoggiato a terra. Il cantante la raccoglie e la alza. Si vede che contiene dell’acqua, che il cantante si versa sulla testa, come nel rituale del battesimo, per poi unire le mani in segno di preghiera.

La sua esibizione si conclude così, in silenzio, a petto nudo già dalla discesa dalla scalinata, con il corpo bagnato dall’acqua “santa”, in un chiaro rimando al rito cattolico.

LEGGI ANCHE:  Achille Lauro re-inventa Sweet Dreams degli Eurythmics [ASCOLTA]

Ecco il video della performance di Achille Lauro, che farà sicuramente molto discutere, come spesso accade quando un gesto sacro viene portato in scena, specialmente da un personaggio che è stato spesso al centro di polemiche come Lauro.

Che si tratti di un gesto di redenzione o di un gesto di provocazione, quello di Lauro sarà sicuramente uno dei momenti che più farà discutere nelle prossime ore e che potrebbe anche avere conseguenze per il cantante.

Potrebbe anche anticipare qualcosa per le performance dei prossimi giorni, introducendo un tema, quello sacro, che potrebbe tornare nel corso di questo Sanremo 2022.

Voi cosa ne pensate? Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa

Torinese d'adozione ed aostano di nascita, laureato al DAMS. Quando non è impegnato a sopravvivere si interessa in particolare di cinema orientale, di fumetto e di tappeti.