Jim Root (Slipknot) adora Ariana Grande

Prosegue il sempre più forte sostegno del rock diretto al pop da classifica

Window
Corey Taylor degli Slipknot. Credits: Julia Nemesheimer

Dal metal al pop ormai è un attimo: Jim Root coltiva piaceri “proibiti”

Proseguono gli improbabili endorsement provenienti dagli artisti di quella che una volta si considerava la musica “seria” diretti verso cantanti e nomi noti del pop e della musica “commerciale”. I Coldplay hanno lodato Justin Bieber, e nientemeno che i Queen hanno espresso la loro ammirazione per i coreani BTS. Ora è il turno di Jim Root, lo Slipknot numero 4. Chitarrista nella band di Corey Taylor, ed ex-membro degli Stone Sour, il musicista ha espresso il proprio elogio, sentite questa, per Ariana Grande. Non ci viene in mente nulla di più distante dalla musica degli Slipknot.

Slipknot – Nero Forte, 2020

Leggi anche: Ariana Grande e i guilty pleasures del pop – La recensione di Thank U, Next

Intervistato, il chitarrista ha detto: “Una delle ragazze della nostra compagnia di management stava ascoltando Ariana Grande […] Io ero tipo: Che cos’è? Pazzesco! Ha come una vibrazione, capisci?’ Lei mi ha detto di chi si trattava, e io sono andato fuori di testa“. Chiaramente i fan della band saranno completamente sconvolti nel considerare un commento del genere, ma li invitiamo a cogliere l’occasione per provare qualcosa di intentato: forse Ariana Grande, se ascoltata in un contesto pop, non sarà poi così male. Che ne pensate? Se persino il chitarrista di un gruppo metal brutale e nichilista ne è rimasto incantato, un motivo ci deve essere.

Fonte: New Musical Express

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.