Matrix 4, Hugo Weaving ha dovuto rinunciare al suo ritorno

L'agente Smith non ci sarà in Matrix 4, ecco i motivi dell'addio.

Matrix 4, Hugo Weaving ha dovuto rinunciare al suo ritorno
Condividi l'articolo

Il cast del nuovo e già attesissimo Matrix 4 si delinea sempre di più. A tener banco stavolta troviamo però le dichiarazioni di Hugo Weaving che ha annunciato la sua assenza nel quarto capitolo del film diretto da Lana Wachowski. Non troveremo quindi il temibile Agente Smith, iconico villain della saga.

Intervistato per promuovere il suo spettacolo teatrale, intitolato The Visit, Hugo Weaving ha spiegato come mai non farà parte dell’atteso Matrix 4. Una sfortunata coincidenza di date che ha costretto la regista del film, suo malgrado, a far meno del ritorno dell’agente Smith.

“Avevo ricevuto due offerte, prima quella per The Visit e poi quella per Matrix 4. Tuttavia non conoscevo ancora le date, né dell’uno, né dell’altro. Ero convinto di poterli fare entrambi senza problemi ma purtroppo ci sono voluti ben due mesi per avere un calendario preciso. Lana però ha deciso che le date non avrebbero potuto coincidere ed ha cambiato idea sul mio ruolo” 

Annunciati i ritorni di Keanu Reeves, Carrie-Ann Moss e Jada Pinkett-Smith, rispettivamente nei ruoli di Neo, Trinity e Niobe, nonché la presenza di Neil Patrick-Harris, ecco quindi un altro particolare annuncio sul cast. Niente Hugo Weaving, niente agente Smith in Matrix 4.

Ovviamente continua la totale segretezza circa la trama di questo quarto capitolo, tuttavia è possibile supporre che il cambio di idea della regista coincida anche con un cambio di sceneggiatura. Un’esclusione, quella di Weaving, che potrebbe lasciar presagire un nuovissimo villain. La curiosità è tanta e la data d’uscita mai troppo vicina.

LEGGI ANCHE:  John Wick 4, slitta il film con Keanu Reeves: ecco la nuova data

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!

Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".