Rula Jebreal fuori da Sanremo “non è una trasmissione politica”

I vertici RAI hanno fatto dietrofront sulla volontà di Amadeus di invitare al prossimo festival di Sanremo Rula Jebreal, giornalista italo-palestinese

Rula Jebreal
Credits: Che tempo che fa? Rai 2, 13/10/2019

Rula Jebreal è una giornalista nata ad Haifa, in Israele, naturalizzata italiana e con tendenze filo-palestinesi. Da qualche giorno era trapelato, grazie a Dagospia, la volontà di Amadeus, direttore artistico del prossimo Festival di Sanremo, di invitare la donna sul palco dell’Ariston. Da quanto riportato dal sito diretto da Roberto D’Agostino, c’era già un accordo tra il Festival e la giornalista.

A seguito di questa notizia si era scatenata la prevedibile risposta indignata di parte dell’opinione pubblica italiana, preoccupata dalla svolta politica che il festival avrebbe potuto prendere. Sul web si sono scatenate diverse proteste da ogni dove, anche dagli stessi colleghi della Jabreal. Ad esempio, Daniele Capezzone, giornalista de La verità, aveva avuto su Twitter  parole al vetriolo nei confronti della scelta di Amadeus.

https://platform.twitter.com/widgets.js
Ebbene, in seguito a questo polverone, i vertici della RAI hanno deciso  di consigliare ad Amadeus di lasciar perdere poichè con la presenza di Rula Jebreal  si sarebbe corso il rischio di trasformare il Festival in un luogo per fare politica. 

Cosa pensate di questa storia? E’ giusto impedire a Rula Jebreal  di partecipare a Sanremo per paura che possa parlare di politica in un ambiente come quello del Festival?

Leggi anche:

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale,La Scimmia sente, la Scimmia