La nuova canzone di Thom Yorke ha fatto piangere Edward Norton

Daily Battles la canzone di Thom Yorke scritta per il film di Edward Norton.

Thom Yorke
Thome Yorke (sinistra), Edward Norton (destra)

Daily Battles di Thom Yorke farà parte del nuovo film di Edward Norton

“Ero seduto al buio sul bordo del mio letto e stavo piangendo per aver ascoltato questa canzone”. Queste le parole di Edward Norton in un’intervista a Rolling Stone, facendo riferimento all’ascolto di Daily Battles di Thom Yorke. Il pezzo è stato scritto dal cantante dei Radiohead per il nuovo film di Norton, Motherless Brooklyn. Uscirà a novembre ed è diretto, scritto, interpretato da Norton stesso. È l’adattamento filmico dell’omonima novella del 1950 di Jonathan Lethem.

In Daily Battles collabora anche il bassista dei Red Hot Chili Peppers, Flea. Norton ha detto di aver chiesto una “old-world melancholy ballad” e di essere molto soddisfatto del risultato. Al di là dell’aneddoto della commozione, ha detto che è “evocativa di molti temi presenti nel film, senza andare troppo nello specifico, ma che prendono forma dall’idea della battaglia quotidiana che ognuno sta combattendo”.

Thom Yorke – Not the News, 2019

Norton ha anche chiesto a Wynton Marsalis di arrangiare la canzone in una versione jazz per adattarla meglio ad una scena specifica del film (ambientata in un jazz bar). L’attore ha raccontato che, dopo avergli fatto sentire la nuova versione, Yorke è rimasto molto stupito e contento.  Nelle prossime settimane entrambe le versioni saranno pubblicate sulle piattaforme digitali e su vinile.

Sempre parlando della musica del cantante dei Radiohead, ha detto:  “In my generation, no one has really captured longing in the heart and terror in the head like Thom. He has really grabbed the nerve of the fearfulness of the age that we’re living in and also figured how to create anthemic melody and total discord and chaos at the same time.

Leggi anche: Thom Yorke e Johnny Marr contro il primo ministro

Continuate a seguirci anche sulla nostra pagina Facebook La Scimmia sente, la Scimmia fa.