Guida Galattica per Autostoppisti, in arrivo la serie TV dallo sceneggiatore di Lost

Guida Galattica Per Autostoppisti
Guida Galattica Per Autostoppisti, in arrivo la serie TV

È in arrivo una serie TV tratta dal libro Guida Galattica per Autostoppisti. Secondo quanto afferma Deadline, la piattaforma Hulu, già autrice di Taboo di Steven Knight e con Tom Hardy, è al lavoro sulla serie tratta dall’omonimo libro di Douglas Adams. Gli autori sono Jason Fuchs e Carlton Cuse, che vanta serie importanti come Lost. La ABC collaborerà alla realizzazione del progetto che ancora non ha una data d’uscita certa. Sembrerebbe dunque che Guida Galattica per Autostoppisti toccherà anche la TV dopo essere stato libro, film e programma radio.

Di marca orgogliosamente inglese, Guida Galattica per Autostoppisti è un romanzo fantascientifico di culto per gli appassionati del genere firmato Douglas Adams. Scritto in chiave comico-satirica, la serie di libri è l’adattamento di un programma radiofonico inglese del 1979, che vede protagonista lo sfortunato Arthur Dent. Vogliono demolirgli la casa perché devono costruire una superstrada ma lui si oppone fermamente. Buffa coincidenza quando saprà che nello Spazio, vogliono distruggere la Terra per il medesimo motivo: costruire una superstrada intergalattica. Cinque romanzi pubblicati tra il 1979 ed il 2009, un film uscito nel 2005, diretto da Garth Jennings e con Martin Freeman.

Guida Galattica per Autostoppisti ha creato un universo a sé stante, nel tempo. Addirittura si hanno tracce di una miniserie datata 1981, prodotta dalla BBC, in relazione al programma radio. Col tempo, si sono sviluppate anche opere parallele, come ad esempio un lungo saggio-commento di Neil Gaiman. O anche un sito internet stile Wikipedia, oltre ad LP e audiocassette con le registrazioni del programma. Prima della morte, Douglas Adams aveva pensato di incrociare le strade di Dent con quelle di un’altra sua creatura: Dirk Gently. Non resta che aspettare e vedere cosa riusciranno a tirare fuori due ottimi sceneggiatori come Fuchs e Cuse. Di materiale ce n’è a iosa. Quindi niente panico e ringraziamo per tutto il pesce!