Full Metal Jacket vs Realtà: le vere foto dell’addestramento sono scioccanti

Queste 18 fotografie sembrano scattate sul set di Full Metal Jacket ma in realtà raccontano la verità degli addestramenti a Parris Island...

Full Metal Jacket

Per girare il suo capolavoro sulla Guerra del Vietnam, Full Metal Jacket, il regista Stanley Kubrick decise di ricreare lo scenario bellico in un set nei pressi di Londra, montato ad hoc. Lo sforzo per ricostruire realisticamente il paesaggio vietnamita e le caserme statunitensi di Parris Island fu immane. Kubrick fece importare, per l’occasione, oltre trecento palme dalla Spagna e girò molte scene in fatiscenti e pericolanti centrali elettriche. Il risultato è un film dalle scene memorabili e incredibilmente intense, in particolare quelle finali della Battaglia di Huế. Ma quanta verità storica c’è in queste scene?

Delle fotografie scattate nel 1970 a Parris Island, dimostrano la straordinaria precisione storica di Full Metal Jacket

Addestramento a Parris Island (I)

L’addestramento per il reclutamento nel corpo dei marine degli Stati Uniti è un programma di formazione di 13 settimane durissime; solo le reclute che riescono a completarlo con successo possono entrare a far parte delle forze armate statunitensi. Ancora oggi gli addestramenti si svolgono nel Marine Corps Recruit Depot di Parris Island, nel Sud Carolina, lo stesso campo di addestramento delle migliaia di Marines che, tra gli anni ’50 e ’70, presero parte alla Guerra del Vietnam. Lo stesso campo in cui il plotone delle giovani reclute di Full Metal Jacket subiva i metodi brutali del Sergente maggiore Hartman. Un posto nel quale si entrava a far parte dell’esercito americano a costo della propria sanità mentale.

Nel film, Hartman riproduce lo stesso comportamento che tenne durante gli addestramenti a Perris Island, comportamento che non venne in alcun modo corretto da Kubrick, che lasciò recitare Ermey nel modo più naturale possibile. R. Lee Ermey infatti, prima di fare l’attore fu sergente istruttore dei Marines. Quando entrò a far parte del cast di Full Metal Jacket, fu proprio lui a chiedere espressamente il ruolo del sergente Hartman. In un primo tempo, però, il regista rifiutò. Ermey sbraitò contro Kubrick, ordinandogli di alzarsi in piedi. Il regista obbedì istintivamente, e grazie a questo episodio Ermey ebbe la parte.

Gli occhi iniettati di sangue del sergente Hartman, che hanno reso celebri universalmente alcune delle sequenze del film, si ritrovano identici in alcuni scatti risalenti agli anni ’70. Identica è anche la disperazione nello sguardo perso delle reclute.

Di seguito l’intero reportage dell’addestramento a Parris Island… Le somiglianze col film sono da brivido.

Continua a seguirci su Lascimmiapensa.com per altri approfondimenti…