Chernobyl arriva in chiaro su La7

La7 sarà la prima rete televisiva in chiaro a trasmettere la blasonata miniserie Chernobyl.

fine del mondo
Condividi l'articolo

Urbano Cairo, propietario della rete televisiva La7, ha annunciato di aver acquisito la miniserie Chernobyl.

La7 sarà la prima rete televisiva in chiaro a trasmettere la blasonata miniserie Chernobyl. Trasmessa in esclusiva da Sky, la serie debutterà su La7 nei prossimi mesi. In arrivo anche Our Godfather, e il docufilm su Tommaso Buscetta.

Di seguito riportiamo alcune parole rilasciate da Urbano Cairo:

Potrebbe interessarti: Chernobyl, tutto quello che c’è da sapere sulla serie che è già un cult

”Un’acquisizione fatta per l’attenzione all’ambiente, di nuovo tornata a essere un tema fondamentale come negli anni ’80. Dobbiamo rendere popolari i temi difficili.”

Ricordiamo che la miniserie targata HBO è sbarcata sugli schermi di casa lo scorso 10 giugno e nel giro di pochissimo tempo ha raggiunto un successo incredibile da parte di critica e pubblico, superando anche il punteggio di Breaking Bad e Game of Thrones.

Chernobyl narra non solo la catastrofe che si scatenò il 26 aprile del 1986, ma soprattutto gli errori che hanno portato alla fuoriuscita di materiale radioattivo e al suo spargimento in tutta Europa, con tutte le terribili conseguenze che, purtroppo, ormai conosciamo fin troppo bene. Un vero e proprio disastro umano e ambientale, al punto che, ancora oggi, in Ucraina, l’area vicina alla centrale nucleare ha un livello di radioattività altissimo, addirittura letale.

LEGGI ANCHE:  Chernobyl oggi: cosa resta dopo il disastro che ha ispirato la serie TV

Scritta da Craig Mazin e diretta da Johan Renck, la miniserie è la prima co-produzione tra HBO e Sky Uk.

Leggi anche: Chernobyl è la serie europea Sky più vista di sempre

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com

Avatar di Kevin Bravoco
Grande appassionato di Cinema, coltiva la sua passione per la Settima Arte divorando pellicole di ogni genere, da Kurosawa a Bergman, passando da Cronenberg a Mario Bava, fino al cinema Tarantiniano. Il suo regista preferito è Pasolini, il suo film preferito.... Saló o le 120 giornate di Sodoma.