RomaFF14: Wes Anderson e Bill Murray insieme sul palco

Tanti i nomi presentati questa mattina dal direttore artistico della Festa del Cinema di Roma, Antonio Monda.

RomaFF14
credit to: romacinemafest.it

Tantissime novità sono state annunciate oggi per il RomaFF14, la Festa del Cinema di Roma. Giunta alla quattordicesima edizione, gli organizzatori di quella che si sta imponendo poco a poco come una vera istituzione cinematografica nella Capitale e non solo, hanno anticipato i primi grandi nomi che parteciperanno questo autunno nella cornice dell’Auditorium Parco della Musica. Per la sezione Incontri Ravvicinati, verrà consegnato il premio alla carriera al grande Bill Murray. A porgergli la statuetta sarà un regista tanto amato da moltissimi cinefili: Wes Anderson. Proprio il regista de L’Isola Dei Cani, colui che ha diretto Murray ne Le Avventure Acquatiche di Steve Zissou. I due saranno protagonisti di uno speciale incontro con il pubblico condotto da Anderson stesso. Un evento davvero imperdibile. E non è il solo.

Sempre per la sezione Incontri Ravvicinati, punto di forza del RomaFF14, sarà presente anche lo scrittore Bret Easton Ellis, la cui fama lo precede senza dubbio. L’autore del cult American Psycho, da cui è stato tratto l’omonimo film con Christian Bale, darà il suo punto di vista sulla società americana di oggi e ripercorrerà la sua carriera artistica. Parallelamente troveremo anche il regista francese Olivier Assayas, autore del bellissimo Personal Shopper, che qui metterà da parte la macchina da presa e parlerà della sua esperienza da critico per la prestigiosa rivista Cahiers du Cinéma nonché della Nouvelle Vague. Se pensate che questi primi annunci siano poco, ebbene, ci sarà ancora pane i denti di ogni cinefilo.

Romaff14

L’acclamato attore e soprattutto regista premio Oscar Ron Howard presenterà il suo documentario su uno dei cantanti lirici più famosi al mondo nonché vanto italiano: Pavarotti. Dopo il suo documentario sui Beatles dal titolo The Beatles-Eight Days in a week, il Rich di Happy Days torna ad osservare e raccontare il mondo della musica attraverso una vera e propria icona. Il documentario sarà anche presente nella Selezione Ufficiale. e concorrerà per il Premio del Pubblico BNL insieme ad altri titoli che ancora non sono stati svelati. Spostandoci verso l’estremo oriente, ci sarà anche una retrospettiva sul regista giapponese Kore-eda Hirozaku, vincitore della Palma d’Oro 2019 per il miglior film straniero, a cura di Mario Sesti. Il regsita sarà inoltre presente a questo RomaFF14.

Romaff14

Inoltre potremo vedere anche il Fellini Satyricon restaurato dalla Cineteca di Bologna, insieme a Kapò del grande Gillio Pontecorvo, regista al quale il RomaFF14 renderà un degno omaggio. Il direttore del RomaFF14, Antonio Monda, ha già fatto intendere che il programma sarà ancora più ricco rispetto all’edizione passata. Anche perché da quest’anno il RomaFF14 è stato ufficialmente riconosciuto come Festival Internazionale non Competitivo dalla FIAPF (Fédération Internationale des Associations de Producteurs de Films), la celebre organizzazione internazionale creata nel 1933. C’è solo da aspettare la seconda metà di ottobre e La Scimmia sarà presente a raccontarvi da vicino il RomaFF14.