Blanck Mass Sessions: la svolta darkwave degli Editors

Gli Editors rivisitano con Blanck Mass il loro ultimo album, Violence.

Più di un anno è passato dall’uscita dell’ultimo album degli Editors, Violence. Album prodotto assieme al musicista Blanck Mass, attivo nel genere drone e industrial. Il risultato, nel disco, si sentiva. Di recente, nel 2019, il gruppo di Tom Smith ha pubblicato The Blanck Mass Sessions. Versioni alternative delle canzoni di Violence, rivisitate secondo uno stile molto più synth e cupo, ed in questo senso molto più vicino ai primi lavori della band.

Nel disco, della durata di circa mezz’ora, trovano posto tutti pezzi di Violence, tranne Belong e No Sound but the Wind (già pubblicata nella colonna sonora di New Moon, nel 2010). In compenso un inedito molto valido, Barricades, introduce le sonorità delle sessioni e dà l’idea fin da subito della capacità degli Editors di adattarsi a sonorità diverse, integrandole per perfettamente al proprio stile.

Risultati immagini per editors
Credits to Amazon.co.uk

La direzione giusta per la musica della band.

Infatti The Blanck Mass Sessions non suonano affatto come una deriva o una divagazione nella carriera del gruppo, ma come il perfetto proseguimento della stessa. Anzi, la buona riuscita delle sessioni suggerisce che questa dell’elettronica sarebbe forse la strada migliore da intraprendere per Tom Smith e colleghi. Le canzoni migliori rimangono, come nell’album, Halleluja (So Low), Cold, Magazine e Darkness at the Door.

Ma in queste versioni, come si è detto, i pezzi rispecchiano molto meglio lo stile classico degli Editors, quello molto più oscuro ed introspettivo di metà anni ’00, sicuramente per la gioia dei fan e non solo. L’ascolto di queste sessions va effettuato assieme a quello di Violence, per registrare tutte le migliorie apportate e anche il cambio di tono tra un disco e l’altro. Quel che è certo è che con The Blanck Mass Sessions gli Editors dimostrano di essere (ancora) tra i grandi nomi della scena indie, dopo quindici anni, nonché di avere ancora ben presente quale musica vogliono fare, e come farla.

Leggi anche:
Editors – Recensione Violence

Editors – The Blanck Mass Sessions / Anno di pubblicazione: 2019 / Genere: Synthpop, Darkwave