Lars von Trier: “The House That Jack Built è il mio film più violento”

Lars Von Trier

 

A cinque anni di distanza dal suo Nymphomaniac, Lars von trier torna a scandalizzare il pubblico con il suo The House That Jack Built, dal 28 febbraio al cinema. Guarda il trailer qui.

Il regista è famoso per essere sempre stato senza filtri nei suoi film e per aver scandalizzato il mondo del cinema. The House That Jack Built, come riporta il sito ufficiale del film, è il più violento di tutta la sua filmografia.

Von Trier ha detto: “Ho sempre pensato che tutto ciò che può essere pensato o fatto, dovrebbe essere rappresentato” e poi aggiunge:“conosco un po’ il mondo degli psicopatici. Non ho mai ucciso qualcuno. Se dovessi farlo, probabilmente sarebbe un giornalista”.

Altre dichiarazioni rilasciate dal regista, potrebbero lasciar intendere che questa possa essere la sua ultima opera cinematografica. Von Trier si è così espresso:

quando ho visto il film mi è sembrato davvero potente, mi è parso una specie di testamento”.

Leggi anche: Lars von Trier sta trasformando i suoi film in diamanti… letteralmente

La casa di Jack
La casa di Jack – foto credit videa

Leggi anche: Lars Von Trier sconvolge l’America con la versione integrale di The House That Jack Built

Il film sarà nelle sale italiane dal 28 febbraio distribuito da Videa, non sappiamo ancora che visto censura avrà, ma si presume un V.M. 14, ovvero un vietato ai minori di 14 anni.

Von Trier, prima della scomparsa dell’attore, ha avuto un pensiero sia per Bruno Ganz che per Matt Dillon:

Due gentlemen che sono state due pietre miliari del mio sviluppo cinematografico. Oltre ad essere una coppia epocale, sono attori eccellenti che si inseriscono perfettamente nella mia famiglia cinematografica”.

Leggi anche: The House That Jack Built, 6 curiosità sul nuovo film di Lars von Trier

Continua a seguirci su Lasciammiapensa.com per altre news, curiosità ed approfondimenti!