Matt Dillon: “In U.S.A. gestione COVID pessima, Conte invece fa un buon lavoro”

Matt Dillon parla dalla Sardegna, dell'Italia e del COVID

Matt Dillon
Matt Dillon ne "La casa di Jack"; Giuseppe Conte (Credits: Presidenza del Consiglio dei Ministri / Wikipedia)
Condividi l'articolo

Parla Matt Dillon, dalla Sardegna, come cittadino ormai italiano quasi per metà. Parla del COVID, di Trump, e di Conte

Buono il giudizio espresso da Matt Dillon sull’amministrazione di Giuseppe Conte, almeno per quanto riguarda la sua gestione dell’emergenza COVID-19. Un’emergenza che nel nostro paese, iniziata a fine febbraio 2020, ha toccato il suo picco tra marzo e aprile, per poi riportarci ad una situazione di relativa sicurezza con le misure che sono state adottate, come tutti abbiamo visto, in questi mesi.

Nel suo commento Dillon paragona il lavoro di Conte a quello del governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo. Regione nella quale, grazie alle misure preventive adeguate, si sta infatti addivenendo ad un appiattimento della curva dei contagi molto più in fretta che nel resto degli Stati Uniti. Nel dire la sua sulla difficile situazione del suo paese (Dillon è nato proprio a New York), l’attore di The House That Jack Built non usa mezzi termini.

LEGGI ANCHE:  The House That Jack Built, 6 curiosità sul nuovo film di Lars von Trier

Tutti negli Stati Uniti, al contrario di voi italiani, si sono mostrati abbastanza stupidi per come hanno affrontato la situazione. È vero, l’America è un paese enorme, ma la nostra attuale leadership è davvero terribile. A livello locale ci sono anche personaggi come Cuomo che hanno fatto un buon lavoro, un po’ come è stato per il vostro primo ministro Giuseppe Conte“. Queste le parole significative di Dillon.

L’attore parla da Cagliari, in Sardegna, dove è attualmente presidente del Filming Italy Sardegna Festival. Con l’occasione parla anche dei suoi progetti, e del suo amore per l’Italia, che conosce ormai bene anche perché è fidanzato da anni con l’attrice nostrana Roberta Mastromichele. “Per me l’Italia ormai è una seconda patria. Il vostro è un paese così bello che spesso mi chiedo: ma non c’è un lavoro per me qui?

Fonte: Ansa

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, la Scimmia pensa, la Scimmia fa.

LEGGI ANCHE:  Uma Thurman entra nel cast del nuovo film di Lars Von Trier
Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.