La misteriosa morte di David Carradine tra autoerotismo, illuminati ed accuse di omicidio

L'attore di Kung Fu e Kill Bill fu trovato morto il 3 Giugno 2009 a Bangkok in circostanza misteriose, ecco cosa successe.

Circa nove anni fa David Carradine moriva in circostanze rimaste tutt’ora misteriose in una camera d’albergo a Bangkok.

Era il 3 Giugno 2009 quando l’attore americano è stato trovato morto impiccato nella sua camera d’albergo, dove – secondo il racconto del personale dell’hotel nel quale alloggiava – aveva passato alcuni giorni in solitudine e bevendo molto. Carradine si trovava in Thailandia per girare un film (Strech, di Charle de Meaux) e aveva 73 anni e alloggiava nella camera 352 camera di lusso del Park Nai Lert Hotel.

Tante erano le ipotesi che circolavano alla sua morte, visto anche il clima di totale mancanza di privacy in cui si svolsero le indagini. La prima ipotesi fu che l’attore si suicidò per via di un tumore che gli avrebbe fatto passare brutti momenti. La seconda – e più controversa – ipotesi fu che Carradine morì per un gioco autoerotico. L’attore era solo nella stanza, come confermato dalle telecamere di sorveglianza dell’hotel, e quindi avrebbe svolto il gioco che gli risultò fatale in solitudine. Il cadavere di Carradine fu trovato infatti impiccato al guardaroba della sua stanza con la corda di una tenda attorno al collo ed attorno ai genitali. A rinvenire il corpo esanime una cameriera dell’hotel, entrata nella camera attorno alle 10 per riordinare la stanza. Nonostante le frammentarie notizie rilasciate dalla stampa americana, non sembra che nella stanza di Carradine siano stati rilevati segni di effrazione, violenza o colluttazione. Nei documenti del divorzio dall’ex moglie Marina Anderson (anch’essa attrice) si legge che il loro rapporto coniugale era stato compromesso dal comportamento sessuale di David, definito come ripugnante, anormale e potenzialmente letale. Oltre a questo nelle medesime carte si legge di una presunto rapporto incestuoso con un componente molto prossimo della famiglia, parallelamente al quale l’attore avrebbe chiesto aiuto all’ex moglie Anderson per superare i suoi problemi. Tutti questi dettagli avvalorerebbero l’ipotesi della morte per asfissia autoerotica, ma la famiglia non ha mai accettato questa versione e ha più volte sollecitato l’intervento dell’FBI accanto alla polizia thailandese. È da escludere, comunque, l’ipotesi di suicidio per depressione. Nonostante avesse bevuto molto, l’attore in quei giorni sembrò sempre allegro e molti riferiscono di averlo sentito suonare il pianoforte anche a notte tarda. Lo stesso agente dell’attore, Chuck Binder, si dichiarlò scioccato dall’accaduto e descrisse Carradine come un uomo pieno di di vita e desideroso di lavorare. Il mistero, quindi, rimane ancora aperto anni dopo la sua dipartita. Ma non è finita, la morte di Carradine è diventata un fenomeno mediatico al punto da scatenare le più fantasiose teorie. Curiosa e divertente è la via del complotto che ha portato alla genesi di storie assai bizzarre che vedono Carradine coinvolto in affari loschi con gli illuminati, l’Ordine dei Templari d’Oriente, la Yakuza e altre società segrete vere, fittizie o presunte tali.

Risultati immagini per david carradine kill bill

Strech, di Charle de Meaux

Anche il film a cui Carradine stava prendendo parte salì sul banco degli imputati quando la vedova dell’attore, Annie Bierman, decise di citare in giudizio la produzione per omicidio colposo. La donna accusò l’MK2 (la casa di produzione) di negligenza verso il proprio membro del cast, secondo l’accusa infatti non sarebbe stata fornita sufficiente assistenza all’uomo durante il periodo delle riprese. Annie sostiene inoltre di aver avuto difficoltà nel riscuotere il denaro proveniente dall’assicurazione del marito. Alla fine il film prese forma comunque, nonostante un certo ritardo, e de Meaux fu costretto a riscrivere parzialmente la sceneggiatura lasciando sempre fuori camera Carradine. Difficile stabilire, viste le numerose e contraddittorie fonti in merito, se si trattasse di una mera questione economica o se effettivamente da parte della produzione del film ci sia stata una qualche forma di responsabilità.

David Carradine: Biografia e Successi

Carradine fu uno degli attori più prolifici nella storia del cinema americano. Tra film (lavorò anche con Scorsese e Bergman, prima di essere Bill per Quentin Tarantino) e serie tv, la sua filmografia è veramente vastissima. Il ruolo che lo rese famoso al pubblico fu certamente quello in Kung Fu, serie TV icona e simbolo degli anni ’70, che avrà un sequel negli anni ’90. Anche nella seconda serie Carradine sarà sempre lì in tutte le puntate. In totale gli episodi della prima ondata di Kung Fu furono 63, mentre della seconda 84.david carradine kung fu

Chi è nato durante gli anni ’90, invece, ricorderà Carradine per la sua interpretazione del sadico Bill nei due Kill Bill, ruolo che gli donerà ulteriore popolarità negli anni 2000.