10 film amati dalla critica ma odiati dal pubblico

Condividi l'articolo

3. The Witch, diretto da Robert Eggers (2015)

The Witch, film di debutto per Robert Eggers; una famiglia puritana nel New England del 1630 costruisce una nuova fattoria vicino ai margini di un’inquietante foresta. La famiglia diventa presto bersaglio di una spietata strega che porterà il caos e la paura fra i poveri coloni. La critica ha trovato The Witch uno dei migliori film horror degli ultimi anni, un’opera che riesce a trasmettere angoscia, terrore e sospetto; una pellicola unica e ben progettata che sa colpire lo spettatore lasciandolo in uno stato di tensione anche dopo la fine della visione. L’opera è caraterizzata da una fotografia cupa e angosciante che riesce perfettemnte a trasmettere la giusta atmosfera e una regia da manuale. Il pubblico però non è riuscito a sintonizzarsi con le atmosfere ideate da Eggers ed amare quest’opera, rimandedo deluso da atmosfere troppo diverse dall’horror classico a tratti noiose e incomprensibili.

Leggi anche: Quando Robert Pattinson arrivò quasi a picchiare Robert Eggers

2. About a boy diretto da paul e Chris Weitz (2002)

Will Freeman (Hugh Grant) è un single di 36 anni che vive di brevi relazioni con madri single. La sua vita cambia radicalmente quando in seguito a una delle sue solite storie conosce Marcus (Nicholas Hoult), un bambino un po’ impacciato e problematico. I due in breve tempo imparano a conoscersi  e diventano amici. La critica è rimasta colpita dalle interpretazioni dei due protagonisti e dalle atmosfere che caraterrizzano questa semplice commedia. Al contrario il pubblico ha visto in questa pellicola solo banalità e semplici clichè.

LEGGI ANCHE:  In attesa del terzo prequel, si fanno insistenti i rumors circa una serie su Alien