I 10 migliori horror disturbanti

A Serbian Film di Srdan Spasojeciv (2010)

Un ex-attore porno (Srdan Todorovic), ritorna al suo mestiere convinto da un produttore (Sergej Trifunovic) grazie ad un’ingente ricompensa. Il film però non sarà una semplice produzione a luci rosse, come Milos si aspettava…
Tacciato da molti di sensazionalismo e di violenza gratuita (non che non sia vero in alcune sequenze intendiamoci), il film però offre una riflessione sull’attuale situazione della Serbia, magari un po’ rozza, ma anche per questo efficace. Una Serbia che dopo la dissoluzione della Jugoslavia, è contrassegnata da un periodo di incertezza, precarietà e di una totale perdita di valori. La metafora socio-politica non è sempre chiara, forse anche perché l’obbiettivo primario del regista è quello di nauseare lo spettatore, ricorrendo a qualsiasi atrocità possibile da rappresentare.
Indubbiamente, sul lato visivo,  è uno dei film più spinti di sempre.

The Human Centipede 2 di Tom Six (2011)

L’addetto alla sorveglianza di un parcheggio (Laurence R. Harvey), è ossessionato dal film The Human Centipede. Tenterà di emulare il protagonista del film, creando egli stesso il proprio centipede umano.
Il secondo film della trilogia di Tom Six, se ancora niente vi ha turbato, sicuramente sarà quello che riuscirà a sconvolgervi.
In un bianco e nero contrastatissimo, il regista olandese costruisce un horror folle, inquietante e morboso, visivamente sicuramente più spinto e esplicito del primo (e anche più riuscito, l’idea metacinematografica funziona). Davvero Conturbanti le pulsioni del deforme e grottesco protagonista.