Mark Hamill chiarisce le sue critiche a Gli Ultimi Jedi e al regista Rian Johnson

Dopo aver letto lo script de Gli Ultimi Jedi, Hamill aveva infatti affermato di aver detto a Rian Johnson che era contrario a tutte le scelte prese per il suo personaggio. Una presa di posizione diretta che dimostra ancora una volta come l’attore non abbia paura di fare delle osservazioni dirette, indipendentemente che si parli di politica, dell’industria  dell’intrattenimento o dei progetti in cui è direttamente coinvolto; e se il progetto è Star Wars delle parole mal interpretate possono subito creare un grande tumulto tra i fan.

Detto questo, dopo aver tirato fuori dal petto quello che sentivo, il mio lavoro stava nel prendere quello che Johnson aveva creato e fare del mio meglio per realizzare quello che ha in mente”. Una seconda parte troppo spesso ignorata che ha portato, di conseguenza, i fan più accaniti a schierarsi dalla parte dell’attore, in una crociata mai realmente incominciata.

Un grido allo scandalo amplificato dall’approfondimento di Vanity Fair dedicato al nuovo film della saga, riportando ancora una volta le parole di Mark e mostrando tutta la sua passione per il mondo di Star Wars.

Fortunatamente in un’intervista con Variety, sul red carpet dei Tony Awards, Hamill ha chiarito le sue parole una volta per tutte esplicitando che, “sono stato citato affermando che mi sono rivolto a Rian dicendogli ‘sono contrario con tutto quello che hai deciso per Luke’, ma è stata malamente formulata. Quello che è successo è che ero molto sorpreso nel suo modo di vedere Luke. Per questo motivo ho impiegato un po’ di tempo ad abituarmi al suo modo di pensare, ma una volta fatto è stata un’esperienza elettrizzante. Spero lo possa essere anche per il pubblico.”

Di seguito l’intervista completa di Variety.